meteo,-arriva-la-neve-a-basse-quote.-il-giorno-degli-estremi:-32-gradi-di-differenza-tra-nord-e-sud

Meteo, arriva la neve a basse quote. Il giorno degli estremi: 32 gradi di differenza tra Nord e Sud

di Redazione Cronache

Il Paese diviso in due, tra freddo e gelo nelle regioni settentrionali e caldo al Mezzogiorno: a Cortina -11°, mentre a Siracusa, in Sicilia, si arriva a 21°. Coldiretti: «La neve salva da una grave siccità»

Santa Lucia con la neve in pianura, a basse quote. Dopo il gelo degli ultimi giorni, con le temperature crollate fino a -25 gradi sulle Alpi a 3000 metri e fino a -20 anche nei fondivalle, una perturbazione in arrivo dalla Spagna porta fiocchi sparsi sulla Pianura Padana. Nel frattempo le nevicate più intense imbiancano la fascia appenninica centro settentrionale fino a quote collinari. Cosa che, tra le altre cose, fa tirare un sospiro di sollievo anche agli agricoltori: «L’arrivo del maltempo con pioggia e neve salva da una grave siccità l’Italia — affermano da Coldiretti — dove nell’ultimo anno è caduta quasi un terzo di acqua in meno (-30 per cento) con drammatici effetti sull’agricoltura ma anche rischi per gli usi civili ed industriali».

«Nelle prossime ore — conferma intanto Lorenzo Tedici, meteorologo de iLMeteo.it — avremo deboli nevicate in pianura al Nord-Ovest e piogge più intense in spostamento dalla Sardegna verso il settore tirrenico; sull’Appennino nevicate copiose mentre all’estremo Sud continuerà una fase piuttosto mite ma via via più bagnata. Mercoledì previste altre piogge a tratti anche intense sulle regioni centro meridionali con una pausa asciutta al Nord. Tra giovedì e venerdì la terza perturbazione atlantica in tre giorni porterà di nuovo precipitazioni intense e diffuse fino a tutto il Nord: laddove in Pianura Padana persisterà aria fredda pesante nei bassi strati, potremo avere delle nevicate».

È comunque un’Italia divisa in due. «Al Sud — aggiunge Stefano Rossi, sempre de iLMeteo.it — la circolazione ciclonica continuerà invece a richiamare correnti miti dai quadranti meridionali che già di per sé manterranno un contesto climatico ben più mite rispetto al resto del Paese. Se poi aggiungiamo le ampie schiarite assolate, le temperature potrebbero addirittura schizzare su valori clamorosi per il periodo, fino a toccare la soglia dei 20/22°C, in particolare tra le giornate di giovedì 15 e venerdì 16». Interessante la forbice di oggi: a Cortina la minima sarà di -11 gradi; a Siracusa, profonda Sicilia di + 21. Nello stesso giorno, quindi 32 gradi di differenza.

La forte dicotomia tra Nord e Sud risulta ben evidente nella cartina qui sopra relativa alle temperature massime previste per la giornata di giovedì 15 dicembre: nelle aree colorate in rosso si attendono valori fino a 20°C; si scende poi intorno ai 16/18°C nelle zone evidenziate con l’arancione; attenzione infine alle zone colorate in verde chiaro: qui le colonnine di mercurio non riusciranno a salire nemmeno sopra i 3/4°C. «Insomma, una bella differenza», conclude Rossi.

13 dicembre 2022 (modifica il 13 dicembre 2022 | 15:16)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

5 + 3 =