consorzio-valleverde,-la-villetta-fantasma-dove-viveva-l’autore-della-strage-di-roma

Consorzio Valleverde, la villetta fantasma dove viveva l’autore della strage di Roma

di Maria Egizia Fiaschetti

Claudio Campiti, 57 anni, accusato di aver ucciso tre persone a Fidene, abita in una casa non finita. Sulla facciata uno striscione con la scritta: «Consorzio raus» («Consorzio fuori»)

È uno scheletro di cemento, una villetta fantasma non finita situata all’interno del consorzio Valle Verde, a Rocca Sinibalda, in provincia di Rieti, la casa dove viveva Claudio Campiti , 57 anni, accusato di aver ucciso tre persone durante una sparatoria e averne ferite gravemente altre quattro a causa di una lite condominiale scoppiata inlocalità Fidene, borgata a nord di Roma. Il presunto killer aveva ultimato in modo grossolano i lavori del fabbricato soltanto al pianterreno, mentre la parte superiore era rimasta incompiuta.

Nel prato all’esterno della casa si trova l’auto di Campisi, una Lancia Thesis grigio metallizzato all’interno della quale, sul sedile del passeggero, si vede il foglio dell’assicurazione Genertel intestato al proprietario. Uno dei vetri dei sedili posteriori è frantumato, forse è stato rotto nel tentativo di forzare la serratura. Sul prato sono stati lasciati un sacchetto di croccantini per i gatti ancora aperto, una ciotola di metallo con del latte e un’insalatiera di plastica bianca con dentro mele, limoni e cipolle.

Sul retro dell’abitazione, semi fatiscente, si nota una cassetta nera – simile a quelle utilizzate nei mercati ortofrutticoli – con delle stoviglie accatastate e sfere di plastica per giocare a bocce. Appeso alla facciata, come un manifesto di rabbia contro l’ente gestore del luogo, uno striscione con la scritta «Consorzio raus» («Consorzio fuori», ndr). Il complesso edilizio, al quale si accede dopo una serie di tornanti tra le montagne che affacciano sul bacino artificiale del lago del Turano, appare completamente disabitato. Le villette limitrofe hanno tutte le imposte e i cancelli chiusi, alcuni con catene e lucchetto. Un paesaggio spettrale, immerso tra le brume del lago.

11 dicembre 2022 (modifica il 11 dicembre 2022 | 19:42)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

− 2 = 4