sulle-orme-dell'assassino:-chi-e-davvero-il-detective-joe-kenda

Sulle orme dell'assassino: chi è davvero il detective Joe Kenda

Il successo del programma Sulle orme dell’assassino: chi è davvero il detective Joe Kenda, i cui casi di omicidio hanno ispirato la trasmissione.

detective polizia joe kenda
screenshot video

Tenente detective in pensione del dipartimento di polizia di Colorado Springs, Joseph Patrick Kenda, per tutti semplicemente Joe Kenda, è quello che si può definire il massimo esperto di crimini. L’investigatore è stato coinvolto in 387 casi di omicidio nel corso di una carriera di 23 anni, risolvendone 356. Significa che ha risolto positivamente il 92% dei casi di delitti sui quali ha indagato.

Probabilmente si tratta di un vero record, ma sta di fatto che la sua figura è diventata davvero molto popolare e ha ispirato la serie crime Sulle orme dell’assassino, in cui vengono ricostruiti i casi più interessanti che lo hanno visto coinvolto. Il programma di real tv va in onda in Italia sul Nove oltre che su Discovery Channel.

Cosa sapere sul detective Joe Kenda, molto famoso anche in Italia

storia di joe kenda
screenshot video

Classe 1946, Joe Kenda è nato a Herminie, in Pennsylvania, ma ha origini slovene: suo nonno Josef, da cui prese il nome reso in americano, fu ucciso in un incidente nell’estrazione del carbone nel 1933. Suo padre, William, invece ha prestato servizio come ufficiale dell’intelligence nell’esercito degli Stati Uniti, combattendo nella Seconda Guerra Mondiale. Affascinato dal crimine, in particolare dall’omicidio, nel 1973 Joe Kenda entra in polizia.

Con il dipartimento di polizia di Colorado Springs (CSPD), Kenda alla fine divenne un detective della omicidi. Ha lavorato nell’unità omicidi del CSPD dal 1977 al 1980 e dal 1984 al 1996. Il detective ha spiegato che sua moglie non è mai stata troppo d’accordo col suo lavoro.

LEGGI ANCHE -> Nicole Pop, scompare dopo essere stata con il figlio: il mistero si infittisce

Quindi ha evidenziato come la sua capacità di chiudere i casi nascesse all’essere uno studioso della natura umana e all’essere bravo a capire quando le persone mentono. Il suo primo caso appena qualche giorno dopo essere entrato in polizia: la morte di una donna ispanica, che si presumeva fosse legata a un caso di suicidio, ma che in realtà era deceduta in casa da qualche giorno ed era stata uccisa.

LEGGI ANCHE -> Adriana Roccia ancora viva? “Venduta dai genitori”, ma loro la cercano

Sulle orme dell’assassino va in onda a partire dal 2011 e Kenda ha sorpreso i produttori televisivi quando gli hanno chiesto di leggere una sceneggiatura. Ha rifiutato, affermando: “Non sono un attore. Sono un poliziotto. Se vuoi che ti parli di questo caso, lo farò. Se vuoi che lo legga, chiama qualcun altro”. Successivamente ha parlato a braccio per 15 minuti senza copione e i produttori ne sono rimasti affascinati.

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

+ 50 = 60