protezione-civile:-ieri-la-consegna-degli-attestati-ai-volontari

Protezione civile: Ieri la consegna degli attestati ai volontari

Si è svolta nel pomeriggio di ieri, all’auditorium della Città Metropolitana, la cerimonia di ringraziamento dei volontari di Protezione civile per l’attività svolta nel 2022 e di premiazione degli operatori che hanno maturato un’anzianità di servizio significativa.

Protezione civile nel Comune di Venezia

Nel Comune di Venezia sono presenti quattro Gruppi di protezione civile, cui risultano iscritti poco meno di 200 volontari: Venezia Acqua e Arte, Venezia Terraferma, Pellestrina San Pietro in Volta e GIPS (gruppo per la l’informazione e la promozione della sicurezza).

Attività svolte dalla Protezione civile

Nel corso della cerimonia sono stati resi noti i numeri delle attività organizzate e gestite dal sistema comunale di Protezione civile. 38.600 è il numero di ore svolte complessivamente dai volontari nelle diverse attività di protezione civile. Rispetto allo scorso anno risulta inferiore il numero di ore impiegate nell’attività emergenziale e operativa (nel 2021 moltiplicate per l’emergenza Covid). Tuttavia è superiore il tempo dedicato alla vita di gruppo, alla formazione e all’addestramento, attività finalmente riprese con il venir meno delle restrizioni sanitarie.

La “vita di gruppo” ovvero assemblee e riunioni necessarie alla programmazione delle diverse attività ha occupato il 7% del tempo con poco più di 2.700 ore. La formazione, invece, ha impegnato i volontari per oltre 1.600 ore (4% del tempo complessivo) con i seguenti corsi di formazione:

  • base;
  • capo squadra;
  • rischio elettrico;
  • ricerca persone scomparse;
  • utilizzo degli auto protettori delle vie respiratorie
  • tutela dei beni culturali (corso nazionale).

All’attività di formazione organizzata da esterni, è stato sottolineato, va sommata quella interna che, assieme all’addestramento ed alle esercitazioni, garantisce l’operatività competente e in sicurezza dei volontari. In questo caso le ore impiegate sono state ben 3.700, quasi il 10% del totale. Altra attività svolta, utile per poter fare affidamento su un parco mezzi e attrezzature efficiente, è quella della logistica che pesa per il 18% delle ore complessive (poco meno di 7mila ore).

Sono ben 15.500 ore, invece, corrispondenti indicativamente a 2mila turni di impiego (il 40% del totale) le ore dedicate alle seguenti emergenze:

  • assistenza ai profughi ucraini 8609 ore;
  • assistenza ai centri vaccinali 5400 ore;
  • emergenza Marche 766 ore;
  • emergenze dovute al maltempo e attività antincendio 655 ore.

Attività di informazione ed assistenza agli eventi locali

Con il venir meno della pandemia, sono riprese anche le attività di informazione ed assistenza in occasione degli eventi di rilevante impatto locale: Redentore, Regata Storica, Venice Marathon, Vogalonga, Regata de la Sensa, Venice Night Trail, Maratonina di Mestre, Maratonella di Campalto, regate e manifestazioni veliche, che hanno impegnato i volontari per 4.600 ore, il 12% del tempo totale.

Altro impegno di particolare importanza per la Protezione civile, ovvero la diffusione della cultura della sicurezza e dell’autoprotezione,  attuato con informazione alla cittadinanza attraverso gli interventi nelle scuole, anche questi ripresi dopo il blocco imposto dal Covid, in occasione delle esercitazioni svolte sul rischio industriale e grazie alla manifestazione “Io non rischio”, organizzata in collaborazione con il dipartimento della protezione Civile. In questo ambito l’impegno è stato pari a mille ore complessive.

Molte delle attività svolte dal sistema comunale di Protezione civile si sono avvalse del contributo di altre associazioni di volontariato alle quali è stato rivolto il ringraziamento dell’Amministrazione: il Nucleo Volontari di Protezione Civile del Lido di Venezia; i Volontari di Burano; le sezioni di Venezia e Mestre dell’ARI, l’Associazione Radioamatori Italiani, la Guardia Costiera Ausiliaria e la Guardia Costiera Volontaria, la Croce Verde Mestre, l’Associazione Cinofila San Marco, gli scout CNGEI e AGESCI e la Discovery Dogs.

Questi i nomi dei volontari premiati per aver maturato un’anzianità di servizio significativa:

  • 10 anni: Alberto Bovo, Maurizio Danesin, Francesco Emiliozzi, Giorgio Lana, Mattia Mazzoleni, Lucio Mialich;
  • 20 anni: Maurizio Vianelli e Maria Vianello;
  • 25 anni: Sergio Cosmo, Angelo Gavagnin, Ivan Gavagnin, Giuseppe Vianello.

Leggi anche: Festa di Natale al Reparto Volo della Polizia 2022

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

− 2 = 6