la-triestina-ospita-la-pergolettese-–-trieste.news

La Triestina ospita la Pergolettese – TRIESTE.news

16.12.2022 – Si chiude il girone di andata, per la Serie C e per la Triestina, impegnata domani (sabato 17 dicembre) in casa contro la Pergolettese. La sfida del Nereo Rocco, valida per la diciannovesima giornata di campionato, inizierà alle 14,30 e sarà diretta dall’arbitro Secchi di Macerata, dagli assistenti Marchese di Napoli e Caputo di Benevento e dal quarto ufficiale Selvatici di Rovigo.

Il Piacenza se la vede col Vicenza

Mentre la Triestina ultima in classifica ospiterà la Pergolettese, il Piacenza (insieme agli alabardati a quota 12) sarà impegnato contro il Vicenza secondo. Il Trento, che precede il tandem di ultime, sarà invece di scena a Novara. Più lontana la Virtus Verona (che di punti ne ha 19) impegnata in casa della Juventus, mentre il Mantova, a quota 20, sarà ospite del Padova.

Giuliani tra assenze e contestazione dei tifosi

Che il momento dei giuliani non sia facile si è già detto e scritto migliaia di volte. La Triestina, contro la Pergolettese, deve pure cercare di recuperare i propri tifosi, comprensibilmente delusi dal pessimo rendimento alabardato da inizio stagione a oggi e dall’ultimo posto in classifica. Ma ancora una volta mister Pavanel (che compie oggi, venerdì 16 dicembre, 55 anni) dovrà fare i conti con tante assenze. Ancora una volta, sarà il centrocampo il reparto più colpito dalle assenze. Dopo l’assenza per squalifica scontata contro il Sangiuliano, si rivedrà Gori, ma non ci saranno Sabbione (che a Seregno è stato espulso) e Lollo. Ancora una volta, quindi, il mister dovrà inventarsi qualcosa per cercare di evitare quella che sarebbe la decima sconfitta in tredici partite.

Campionato tranquillo per la Pergolettese

La Pergolettese, attualmente, è appena sopra la zona playout e occupa il quindicesimo posto con 22 punti (che sono 10 in più rispetto alla Triestina). Una stagione, fino a questo momento, in linea con le aspettative, nonostante i diversi cambi in panchina (a iniziare la preparazione era stato Mussa, poi sostituito da Fabbro a inizio campionato, mentre dalla sesta giornata il tecnico è Villa). La squadra è costruita intorno al 3-5-2 e ha in Abiuso il proprio fulcro offensivo. Non mancano le vecchie conoscenze: il perno difensivo, infatti, è l’ex capitano alabardato Lambrughi, mentre sulla fascia destra sfreccia Bariti.

[E.R.]

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

6 + 3 =