grande-ciclismo-al-via-con-il-tour-degli-emirati-e-le-strade-bianche-di-siena

Grande ciclismo al via con il Tour degli Emirati e le Strade Bianche di Siena

Parte la stagione del grande ciclismo con 2 botti importanti: Uae Tour (20-26 febbraio)  e la prima italiana cioè le Strade Bianche ( Siena, 4 marzo).

IL TRAINO DEL TEAM “UAE TOURS EMIRATES”

Fin dalla sua fondazione nel 2017 era chiaro che l’UAE Emirates aveva come unico obiettivo quello di arrivare ai vertici del Movimento Ciclistico Internazionale. Dopo alcune stagioni non semplici di rodaggio iniziale, oggi la formazione guidata da Mauro Gianetti ha centrato l’obiettivo.

Trascinata da Tadej Pogacar, pescato dai dilettanti sloveni nel 2019 ed autore di straordinari successi. Quest’anno il fuoriclasse ha già fatto 3 gare e altrettante vittorie. La formazione ha reso importante l’UAE tour, corsa ciclistica a tappe negli Emirati arabi da lunedì 20 febbraio fino a domenica 26; 7 tappe tutte da vivere, senza un attimo di sosta, non essendo previsto alcun giorno di pausa.

Attesa per la cronometro a squadre (seconda tappa) e per l’arrivo in salita nella frazione conclusiva. Molti i campioni presenti tra cui Filippo Ganna. Confermata la partecipazione del belga Remco Evenepoel che torna sulle strade degli Emirati dopo aver partecipato da neo professionista alla prima edizione del 2019. Accanto a lui Tim Merlier che punterà sugli arrivi in volata.

STRADE BIANCHE BOOM CON 6500 AMATORIDEL CICLISMO

La Gran Fondo Strade Bianche si correrà domenica 5 marzo a Siena: partenza dalla Fortezza Medicea, arrivo nella mitica Piazza del Campo dopo 142,5km. Con 11 settori di sterrato pari a 54,7 km e un dislivello (sterrato) di 2.250 metri. Ormai è considerata la sesta classica monumento, dal 2007 è garanzia di spettacolo.

Il 30% dei cicloamatori  iscritti arriva dall’estero: tutti letteralmente ammaliati dalla bellezza e dal fascino degli sterrati del Senese, cio’ che rende unica la manifestazione organizzata da RCS Sports&Events. La corsa dei pro vale una delle cinque classiche monumento. È il caso di ricordare che l’anno scorso c’è stato lo show di Pogacar. Lo sloveno ha trionfato per distacco dopo una fuga di 51 km. Secondo Valverde a 37”. Quest’anno saranno presenti 18 squadre  UCI World Tour ( dalla Astana alla Trek-Segafredo) e 7 Will Card tra cui la Eolo-Kometa e la Bardiani.  Prestigioso l’albo d’oro con campioni come Cancellara, Moser, Alaphilippe,Van Aert, Van der Poel e, naturalmente, Pogacar.

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

+ 86 = 89