carnevali-di-marca,-weekend-di-festa

Carnevali di Marca, weekend di festa

CONEGLIANO/VITTORIO VENETO – In ventimila alla sfilata dei carri di Vittorio Veneto. E poi il fascino del corteo in notturna di Zenson di Piave. I tanti applausi per la passerelle dei giganti di cartapesta a Sant’Angelo, Cornuda e Roncade. L’entusiasmo che ha riempito strade e piazze di Treviso e Conegliano, dove si sono susseguiti spettacoli di giocolieri e saltimbanchi. In attesa del Martedì Grasso, quando i carri allegorici sfileranno a Treviso, Conegliano e Cornuda, l’ultimo weekend di Carnevale ha regalato ovunque spettacoli ed emozioni.
Sabato 18 febbraio, a Zenson di Piave, nel terzo appuntamento in notturna (dopo Nervesa della Battaglia e Santa Lucia di Piave) dell’edizione 2023 di Carnevali di Marca, è sfilata anche la Giunta comunale che ha indossato i costumi dei personaggi di Alice nel Paese delle Meraviglie ed è stata accompagnata dai bambini delle scuole del Comune travestiti da carte da gioco. I carri allegorici illuminati sono transitati per le vie del paese, arrivando davanti al municipio. Una serata di grande suggestione, accompagnata dalla magia di un ospite d’eccezione: Lex Serafo. La sfilata è stata aperta dalle Majorettes Onda Azzurra di Jesolo. A seguire, il gruppo ballo GDS Junior (“Una vita in vacanza”). Poi il carro APS Fuori Giri Losson (“I pirati”), il gruppo Le Sisters (“La bella e la bestia”), la Pro Loco Fiume in festa (“Una gabbia di matti”), il carro Carnevale di Eraclea (“Il circo di Madagascar”), il carro La gang di Ponte Crepaldo (“La banda delle bende”), il carro I ragazzi del Basso Piave (Ca’ Fornera fa i 90”) e il carro Associazione Amici di Isiata (“I pirati dei Caraibi”).


A Vittorio Veneto l’ultimo weekend di Carnevale è iniziato sabato 18 febbraio, alle 14.30, con spettacoli e giochi per famiglie. Oggi, domenica 19 febbraio, l’attesissima sfilata per le vie del centro, secondo le stime degli organizzatori, ha richiamato una cornice di 20 mila persone. In passerella ben 15 tra carri e gruppi mascherati. La sfilata è stata aperta dalle Majorettes di Prata di Pordenone. A seguire, la scuola danza Frenesy (“I meravigliosi anni ‘80”), il gruppo genitori della scuola Manzoni di Vittorio Veneto (“La musica”), il carro Parrocchiale Bocca di Strada e Santa Maria (“Giulio Cesare e i Romani”), il gruppo “W el paron dei peri” di Casella d’Asolo (“Le geishe asolane”), il gruppo SanVeCarri (“Le avventure di Pinocchio”), il gruppo Le Sisters (“La bella e la bestia”), il gruppo Amici di Chions (“Supermario”), il Gruppo Alpini-Scuola Materna Sernaglia (“Acqua”), il gruppo Carro Amici di Susegana (“Far West”), il Carro Parrocchiale di Nervesa della Battaglia (“Il ritorno di Re Carnevale”), le Teste Matte di Pravisdomini (“Il vascello fantasma”), il gruppo Fon Fierun Corbanese (“In viaggio con la regina”), il gruppo Chions Tuttinsieme (“Facce da cinema”) e il gruppo Dal Santo di Prata di Pordenone (The Fabulous 50’s”).

In attesa della sfilata dei carri di martedì grasso, nel weekend – sabato 18 e domenica 19 febbraio – l’atmosfera del Carnevale ha invaso strade e piazze di Treviso e Conegliano con un ricco programma di spettacoli per famiglie. A Treviso una lunga serie di appuntamenti si è sviluppata in centro storico, tra la Loggia dei Cavalieri, Piazza dei Signori e Piazzetta Aldo Moro. Attrazioni come il Tongo Show, la Danza Aerea, i Bebidens, il Candy Circus, le Stelle di Segatura, i Dinosauri Giganti, grazie anche al coinvolgimento della Compagnia Teatrale Barbamoccolo e del gruppo di Lex Serafo, hanno registrato il tutto esaurito, coinvolgendo grandi e piccini. A Conegliano, nel weekend, si è alzato invece il sipario sulla trentesima edizione del Carnevale del Cima. Sabato 18 febbraio, tra via XX Settembre e Piazza Cima, l’apertura dei mercatini di Carnevale, mentre i bambini delle scuole elementari e medie della città hanno dato vita alla prima edizione del pedibus mascherato con giocolieri e saltimbanchi, musica e animazione. Oggi, domenica 19 febbraio, dal primo pomeriggio, in Piazza Cima, ancora festa e divertimento con la sfilata delle mascherine e l’assegnazione della maschera d’argento “Fantastica” del Carnevale di Conegliano aperta agli studenti delle scuole primarie e secondarie. Poi musica, animazione, spettacoli e il karaoke condotto da Marica Key.

Nell’ultimo weekend in maschera, la rassegna organizzata dall’associazione Carnevali di Marca ha fatto tappa anche a Sant’Angelo di Treviso (sabato 18 febbraio), Cornuda (domenica 19 febbraio) e Roncade (domenica 19 febbraio). Tre appuntamenti in cui le feste di carnevale sono state organizzate direttamente dalle Pro Loco. A Sant’Angelo, sabato 18 febbraio, la sfilata è iniziata alle 15.30 dal Piazzale Michelangelo, di fronte al supermercato Visotto, e comprendeva sette tra carri allegorici e gruppi mascherati. E stato un pomeriggio all’insegna del divertimento con lo spettacolo dei trampolieri luminosi, i truccabimbi e tante iniziative dedicate soprattutto ai più piccoli. A Cornuda nei quattro giorni di festa del 117° Carneval dei Crostoi (18 febbraio-21 febbraio), uno dei più tradizionali appuntamenti trevigiani, la sfilata dei carri, nel primo pomeriggio di oggi, è stata aperta dalla Filarmonica Cornudese. A Roncade, sempre oggi, domenica 19 febbraio, spazio alla 35^ edizione del Carnevale Roncadese. Crostoli e bevande per tutti in Piazza I Maggio e Piazza del Municipio.

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

+ 49 = 53