atletica,-messina-entra-nelle-fiamme-gialle-–-trieste.news

Atletica, Messina entra nelle Fiamme gialle – TRIESTE.news

14.12.2022 – Dall’alabarda alle fiamme gialle: un nuovo nome va ad aggiungersi a quelli dei tanti atleti che negli scorsi anni sono stati formati dalla Trieste Atletica e che poi sono passati nel gruppo sportivo delle Fiamme gialle. Diventando così atleti professionisti, con tutto quello che ciò comporta. L’ultimo, in ordine di tempo, tra gli atleti della Trieste Atletica a passare alle Fiamme gialle è il giovane velocista Paolo Messina, che è diventato ufficialmente un atleta del gruppo sportivo lo scorso lunedì 12 dicembre.

Classe 2002, l’apice all’Europeo di Tallinn

Il giovane corridore dei gialloblù, classe 2002, è cresciuto con i colori della Trieste Trasporti, prima di passare nel 2018 sotto l’egida della Trieste Atletica. Qui ha iniziato a mettersi in grande luce, sempre sotto la guida attenta del suo tecnico Dessardo. Sono così arrivate anche le convocazioni in nazionale, con la partecipazione agli Europei U20 di Tallinn del 2021 come perla sul suo curriculum. Certo, da lì in poi ha accusato diversi problemi fisici che lo hanno limitato, ma questo non ha impedito a Messina di essere inserito nel gruppo sportivo della Fiamme Gialle.

Continuerà ad allenarsi a Trieste

“Sono molto felice per aver raggiunto questo traguardo – ha spiegato Messina – e grato alle Fiamme Gialle per avermi dato questa opportunità soprattutto dopo un 2022 che è stato una vera e propria montagna russa. Sono orgoglioso di quello che ho dimostrato ad inizio stagione, nelle gare indoor, cogliendo i frutti di un intenso lavoro sinergico con il mio allenatore Dessardo. Un impegno che ci ha premiato con il raggiungimento di questa importante tappa della mia carriera”. L’approdo alle Fiamme Gialle non porterà comunque Messina lontano da Trieste, almeno al momento: “Continuerò ad allenarmi a Trieste – prosegue Paolo – con più impegno e dedizione, sempre con Dessardo. La preparazione invernale sta procedendo al meglio e il primo obiettivo per il 2023 è di evitare qualsiasi tipo di guaio fisico per poi provare a centrare ragguardevoli risultati a partire già dalla stagione indoor. Vedremo come andrà questo nuovo anno ma sono fiducioso di poter dimostrare il mio valore. Per rendere al meglio in pista, inoltre, continuerò anche a perseguire i miei obiettivi di studio, proseguendo nel percorso di Laurea in Psicologia” conclude.

[E.R.]

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

37 − = 34