agcom:-per-il-2023-si-inasprira-la-lotta-alla-pirateria-–-tvzoom

AgCom: per il 2023 si inasprirà la lotta alla pirateria – TvZoom

Agcom, stretta sulla pirateria video Blocco dei siti fuorilegge in 30 minuti

Il Sole 24 Ore, di Andrea Biondi, pag. 22

Non più tre giorni, ma un intervento quasi in tempo reale, per fermare i siti pirata che trasmettono eventi sportivi live. II blocco dovrà intervenire in massimo 3o minuti. Agcom si prepara a una stretta contro la pirateria audiovisiva online. Un giro di vite che arriverà attraverso la modifica del regolamento di cui alla Delibera 680/13/CONS del u dicembre 2013, che si prepara a essere messa in consultazione. Alla fine il risultato è il medesimo cui tendeva uno degli emendamenti Lotito(il presidente della Lazio e senatore di Forza Italia) alla manovra. Lì si chiedeva all’Autorità di prodigarsi per arrivare a mettere in campo una misura come questa. Evidentemente Agcom  stava però già lavorando. E la modifica al Regolamento sulla tutela del copyright online appare ora come punto all’ordine del giorno della riunione di domani del Consiglio. L’elenco degli argomenti da discutere è nutrito e non è escluso che per chiudere il cerchio si debba andare alla riunione successiva del 21 dicembre. A ogni modo la modifica al “Regolamento in materia di tutela del diritto d’autore sulle reti di comunicazione elettronica e procedure attuative ai sensi del decreto legislativo 9 aprile 2003, n. 70” è pronta ad arrivare sul tavolo del Consiglio con relatore che, a quanto risulta al Sole 24 Ore, sarà il commissario Massimiliano Capitanio.

Del resto è lo stesso Capitanio a essere stato promotore, nella passata legislatura alla Camera, di una proposta di legge che ora verrà nuovamente discussa nelle Commissioni VII e IX. In questa proposta oltre alle misure per combattere la pirateria, altre novità riguardano il contrasto al camcording(le registrazioni fatte in sale cinematografiche o laddove si svolgano gli eventi) e il tracciamento dei pagamenti online per contrastare le organizzazioni criminali. Nell’ultimo rapporto Fapav-Ipsos è stato stimato che nel 2021 il danno legato alla pirateria di eventi sportivi in diretta è consistito in u milioni di fruizioniperse e perdita di fatturato pari a 267 milioni di euro. Già nel 2018 il Regolamento dell’Autorità era stato integrato con la possibilità di emanare provvedimenti cautelarlqualora la violazione risultasse manifesta e sussistendo la minaccia di un pregiudizio imminente, grave e irreparabile per i titolari dei diritti.

(Continua sul Sole 24 Ore)

(Nella foto )

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

− 5 = 1