“gli-allevatori-sono-l'anima-della-fiera-del-bue-grasso-a-moncalvo”-–-atnews.it

“Gli allevatori sono l'anima della Fiera del Bue Grasso a Moncalvo” – ATNews.it

di – 07 Dicembre 2022 – 20:30

Per fare gli allevatori ci vogliono pazienza, passione, professionalità.

Queste caratteristiche sono state più volte evidenziate dalle autorità intervenute, nel corso della mattinata di oggi, mercoledì 7 dicembre, durante la 384ima edizione della Fiera di Sua Maestà il Bue Grasso a Moncalvo.

di 17

Galleria fotograficaFiera Bue Grasso Moncalvo 2022

Molti i visitatori giunti nella città aleramica per ammirare i maestosi buoi di razza piemontese, quest’anno da una migliore prospettiva dall’alto, grazie alla tribuna posizionata a fianco del ring dove gli animali hanno sfilato.

“Ma se i buoi sono i protagonisti, gli allevatori sono l’anima di questa manifestazione – ha evidenziato Luisella Braghero, presidente della Commisione fiera – Senza di loro nulla è possibile e siamo contenti che anche quest’anno, nonostante tutte le numerose difficoltà economiche date dai rincari, abbiano partecipato così numerosi”.

I possenti capi in gara sono stati valutati da una giuria di esperti, presieduta dall’allevatore e membro dell’ARAP (Associazione Regionale Allevatori Piemomnte) Franco Serra che così ha spiegato: “Peso, stazza, arti, muscolatura. Sono tutti elementi che dobbiamo pendere in considerazione. Devono essere animali forti, ma mansueti e con un corpo armonioso”.

Il premio per il bue più pesante (1305 kg) è andato ad Andrea Migliore di Caraglio il Gran Premio a Gianpaolo Guastavigna di Bergamasco. Durante la mattinata sono stati anche consegnati diversi riconoscimenti. Marco Lanfranco, ex presidente di giuria, è stato nominato “Presidente emerito” per il suo impegno trentennale e il suo grande lavoro stimato da amministratori e allevatori. Una targa è stata consegnata anche a Pietro Rosso macellaio di 87 anni. membro della giuria  che da sessant’anni partecipa alla fiera moncalvese. A salire sul palco delle premiazioni anche un altro pioniere della fiera: Franco Merlo di Monastero Bormida allevatore di 89 anni che ha trasmesso la sua passione ai figli e ai nipoti.

La premiazione è stata seguita dal pranzo a base di bollito misto, servito dalla Pro Loco di Moncalvo. La Fiera, che fa parte della rassegna “Le Giornate del Gran Bollito”, passa ora il testimone all’Antica Fiera del Cappone di Vesime di sabato 10 dicembre e alla Fiera Storica del Cappone di San Damiano d’Asti.

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

− 4 = 6