giulia-stabile:-“chiamo-la-polizia…”

GIULIA STABILE: “CHIAMO LA POLIZIA…”

Giulia Stabile ha pubblicato un video su Instagram per mostrare ai suoi fans la crescita di questi ultimi due anni: un post commovente che è stato commentato da persone che oramai per lei sono una seconda famiglia 

Giulia Stabile si scopre
Stabile Giulia (instagram) ultima parola.com

Giulia Stabile aveva a malapena diciotto anni quando, due anni fa, si è presentata nello studio di Amici di Maria De Filippi con lo scopo di raggiungere il suo sogno.

Non avrebbe mai immaginato che non solo sarebbe stata presa nel talent, ma che avrebbe vinto e che sarebbe stata scelta per diventare ballerina professionista del programma. Da quando ha sollevato quella coppia non è mai più andata via dalle mura di Canale Cinque che oramai per lei sono diventata una seconda casa.

Raffaelle Mennoia commenta la crescita di Giulia Stabile

Circondata da altrettanti professionisti che l’hanno aiutata a crescere e a capire il suo potenziale, Giulia in questi anni ha superato i suoi limiti. E, ogni giorno che passa, riesce sempre a fare quel passo in più che la porterà lontano.

LEGGI ANCHE –> Greta Spreafico, svolta sulla cantante. La madre: “L’hanno uccisa”

Chi ha visto il mio percorso di ormai 2 anni fa ad Amici sa quanto ballare per la prima volta sui tacchi mi fece scontrare con alcune delle mie insicurezze più profonde. Portandomi a parlarne oltre che a viverle e ad affrontarle” ha fatto presente Giulia nella didascalia che ha scritto in occasione della sua ultima esibizione di domenica scorsa.

Adesso, però, è tutta un’altra storia e la ballerina non potrebbe essere più orgogliosa di se stessa di così. “Trovarmi oggi su quel palco, lo stesso grazie al quale sono riuscita crescere, e ad avere una consapevolezza e una sicurezza diversa è un qualcosa che mi emoziona sempre“.

LEGGI ANCHE –> Alice Neri: chi è Mohamed Gaaloul, l’uomo arrestato in Francia

Raffaella Mennoia, sua “mentore”,  ha commentato le parole della ballerina. “Se penso a quello che mi hai fatto passare per scoprirti un po’ chiamo la polizia!“.

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

12 − 7 =