wartsila-italia-in-piazza,-cecco-(progfvg):-“ora-azioni-a-tutela-dei-lavoratori”

Wartsila Italia in piazza, Cecco (ProgFVG): “Ora azioni a tutela dei lavoratori”

04.08.2022 – 19.30 | “Doverosa oggi la presenza in piazza della Borsa a sostegno dei lavoratori della Wartsila”. Lo scrive in una nota, commentando la manifestazione di oggi (giovedì 4 agosto) in piazza della Borsa, il coordinatore triestino di Progetto FVG, Giorgio Cecco, che ravvisa nella scellerata decisione dell’azienda finlandese di chiudere la sede triestina una “scelta politica e non economica dell’azienda, comportamento comunque inaccettabile nei tempi e nei modi, una mancanza di rispetto verso i dipendenti, la città tutta e le istituzioni italiane.”. Per Cecco, comunque, la politica e le istituzioni, a ogni livello, non rimarrnno certo a guardare: “Ora certo non deve mancare e non mancheranno gli interventi a la tutela dei diritti dei lavoratori, ma sono da valutare pure eventuali azioni da parte dello Stato Italiano in ambito legale, nonché nel sistema e nel contesto internazionale e comunitario, anche pro futuro così come in generale nei rapporti con le realtà imprenditoriali straniere che operano in Italia e che spesso ricevono contributi ed agevolazioni. Tutto ciò – evidenzia però Cecco – tenendo presente che in ogni caso è importante avere sul territorio una buona percentuale di comparto industriale, mantenere e favorire gli insediamenti di qualità, integrati con il tessuto economico e sociale della città, anche per questo la situazione della Wartsila a Trieste mette in crisi un sistema che deve essere in qualche modo ripensato, anche in vista delle nuove opportunità.”.

Alla manifestazione odierna erano presenti anche altre forze politiche, come il Partito Democratico e il MoVimento 5 Stelle. “Il nostro posto – ha commentato a nome di tutto il circolo dem di Trieste Giovanni Barbo – è in piazza con i lavoratori. La difesa della capacità produttiva e dei posti di lavoro sono priorità assoluta per un tessuto economico ripetutamente colpito dalle crisi industriali, di cui Wartsila è un vertice esplosivo.”. Il dovere della politica, per i dem, è chiaro e Barbo chiama in causa direttamente le istituzioni cittadine: “Chiediamo un piano di reindustrializzazione all’altezza delle potenzialità anche logistiche e di ricerca che può offrire Trieste. Non basta più intervenire quando le crisi si sono manifestate dopo esser state annunciate dai sindacati, serve un progetto di sviluppo industriale in cui la Regione, il Governo e il territorio facciano sistema e programmino il futuro dell’area”. “Con la presenza in piazza della Borsa – ha fatto sapere in nome dei pentastellati Andrea Ussai – abbiamo voluto esprimere la nostra vicinanza ai lavoratori della Wartsila in questa fase così delicata per il futuro di tante famiglie e della città. La manifestazione odierna ha segnato un importante momento di unità dei sindacati e delle istituzioni nel difendere uno degli ultimi asset strategici per l’industria della città.”.

[E.R.]

Avatar

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published.