viminale,-aumentano-i-reati:-125-le-donne-uccise,-piu-di-una-ogni-tre-giorni

Viminale, aumentano i reati: 125 le donne uccise, più di una ogni tre giorni

Finito l’effetto del lockdown, nell’ultimo anno sono aumentati i reati anche se restano sotto il livello pre-pandemia. Il dato è contenuto nel dossier del Viminale in occasione del Comitato per l’ordine e la sicurezza. I reati registrati nel periodo tra il primo agosto 2021 e il 31 luglio 2022 -riporta il dossier- sono stati 2.116.479, in aumento rispetto ai 12 mesi precedenti quando sono stati 1.875.038, ma meno dei 2.338.073 del periodo 1 agosto 2018-31 luglio 2019. Nell’ultimo anno si contano 319 omicidi (36 attribuibili alla criminalità organizzata), 24.644 rapine, 900mila furti. Arrestate 149.608 persone, 632.647 denunciate.

I femminicidi

In un anno, tra il primo agosto 2021 e il 31 luglio 2022, sono state uccise 125 donne, in aumento rispetto alle 108 dei 12 mesi precedenti, in media più di una ogni 3 giorni. Lo riporta il dossier annuale del Viminale, che evidenzia come 108 di questi omicidi siano stati compiuti in ambito familiare o affettivo, e in particolare 68 da un partner o ex. Sono donne il 39,2% del totale delle vittime di omicidio volontario. L’incremento è proporzionale all’aumento complessivo: 319 omicidi nell’ultimo anno, contro i 276 nei 12 mesi precedenti.

I cyber attacchi

Tra il 1 agosto 2021 e il 31 luglio 2022 in Italia sono stati rilevati 8.814 cyber attacchi, il 78,5% in più rispetto ai dodici mesi precedenti; 114.939 gli alert diramati nello stesso arco di tempo. Intensa l’attività svolta dalla Polizia postale e delle comunicazioni, che tra l’agosto 2021 e il luglio 2022 ha effettuato 2.651 operazioni, controllando 558.111 siti web e 23.732 persone, di cui 236 arrestate e 8.078 denunciate. In particolare, nella prevenzione dell’antiterrorismo internazionale, sono stati monitorati 67.167 siti web (+10,0%) dei quali 258 oscurati mentre sul fronte della pedopornografia online sono stati individuati 2.595 siti presenti in black list (+4,2%), con 1.386 perquisizioni, 150 arresti e 1.212 denunce.

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published.