La criminalità dagli alti vertici si è diffusa come una piovra non solo in questo nostro meraviglioso Paese, che è l’Italia, ma anche all’estero. La mafia, ammanicata con la criminalità internazionale, non usa più le bombe, ma gli incentivi finanziari  e manda i suoi figli a studiare in prestigiose università per collocarli poi ad occupare posizioni di potere. Pilota l’informazione e fa propaganda e la gente, ignara, ubbidisce. Figuriamoci se la mafia non c’entra con il commercio di virus e vaccini. Se giornalisti e medici non rispettano i protocolli calati dall’alto, vengono allontanati o radiati, con il plauso della maggioranza e dell’opinione pubblica. Ed è ben riuscita nel suo gioco manipolatore che dura da decenni, visto che i nostri giovani anelano al vaccino, nella speranza che quella sia l’arma per riavere la libertà. Ma la libertà è ben altra cosa.

Poveri giovani.

Marica Cosma