utile-ridotto-dell’8,5%-nel-primo-semestre-per-atresmedia

Utile ridotto dell’8,5% nel primo semestre per Atresmedia

Atresmedia riduce l’utile semestrale dell’8,5%

Expansion, pag. 8

Atresmedia ha ottenuto un utile netto di 57,15 milioni di euro nel primo semestre di quest’anno, che rappresenta una riduzione dell’8,5% rispetto a quello ottenuto nello stesso periodo del 2021, quando si era attestato a 62,49 milioni di euro, ha comunicato ieri il gruppo alla Commissione Nazionale del Mercato dei Titoli (CNMV). Il fatturato netto di Atresmedia si è attestato a 460 milioni di euro, in calo dell’1%, mentre il margine operativo lordo (ebitda) del gruppo ha raggiunto 88,34 milioni di euro, in calo del 3,1%, con un margine sul fatturato netto del 19,2%. Allo stesso modo, il risultato operativo netto (ebit) ha raggiunto 79,67 milioni di euro nel primo semestre di quest’anno rispetto agli 82,16 milioni di euro dello stesso periodo del 2021, con un calo del 3%.

Nel frattempo, le spese operative per il primo semestre del 2022 sono diminuite dello 0,5% rispetto al primo semestre dell’anno precedente, passando da 373,6 milioni di euro a un totale di 371,6 milioni di euro fino a giugno 2022. L’indebitamento finanziario netto del gruppo ammonta a 91,1 milioni di euro rispetto ai 13,3 milioni di euro del dicembre 2021. I ricavi pubblicitari televisivi sono stati pari a 345,7 milioni di euro rispetto ai 356,5 milioni di euro dello stesso periodo dell’anno precedente, con un calo del 3%. D’altra parte, i ricavi pubblicitari digitali sono stati pari a 34,8 milioni di euro rispetto a 31,4 milioni di euro, con un aumento del 10,7%, superiore alla variazione del mercato pubblicitario digitale, che è cresciuto del 3,1% nel periodo. I ricavi da produzione e distribuzione di contenuti sono stati pari a 28,3 milioni di euro, rispetto ai 32,7 milioni di euro del primo semestre dell’anno precedente. Gli altri ricavi, che includono principalmente eventi, licenze e diritti editoriali, ammontano a 20,4 milioni di euro, rispetto ai 16,1 milioni di euro dell’anno precedente.

(Continua su Expansion)

(Nell’immagine Atresmedia)

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published.