un-premio-ai-valori-del-calcio,-grande-successo-per-“golden-hearts”-agenzia-di-stampa-italpress-–-italpress

Un premio ai valori del calcio, grande successo per “Golden Hearts” Agenzia di stampa Italpress – Italpress

TORINO (ITALPRESS) – Una domenica all’insegna dei valori morali e sociali, perchè il calcio non è fatto solo di pareggi, vittorie o sconfitte. Ecco il concetto alla base di “Golden Hearts-Campioni nel Cuore”, un evento dedicato al calcio dilettantistico e giovanile, che ricopre un ruolo fondamentale all’interno di piccole e grandi comunità. La serata, organizzata dal Comitato Regionale Piemonte e Valle d’Aosta Figc-Lnd, si è svolta oggi nella splendida cornice della Nuvola Lavazza di Torino. Istituito per mettere in luce le storie di chi, ogni giorno, si dedica con passione e generosità al calcio, l’appuntamento ha visto la consegna di 23 premi: 17 a persone e società la cui storia ha contribuito a veicolare valori pregnanti del calcio dilettantistico, 6 a giovani atleti che si sono distinti per comportamenti di fair play. Le storie di tutti coloro che hanno ricevuto il particolare premio di riconoscimento traggono spunto da segnalazioni provenienti dalle società affiliate, le quali sono state sollecitate dal presidente del Comitato Regionale Mauro Foschia ed invitate a comunicare personaggi, fatti e storie meritevoli di particolare attenzione. La risposta è stata eccellente e, tra le tante testimonianze arrivate, sono state selezionate le più rappresentative e toccanti.

“L’obiettivo alla base di questa iniziativa è proprio quello di far emergere da un lato il valore sociale che le società sportive apportano ai rispettivi territori, dall’altro l’importanza delle sinergie tra le società stesse e le amministrazioni comunali, oltre alle varie Fondazioni bancarie che, coinvolte in prima persona, si sono dimostrate molto sensibili a questo tipo di iniziativa”, le parole di Foschia. Prova della risonanza dell’evento, la presenza sul palco dei massimi vertici del calcio italiano: a consegnare i premi si sono susseguiti il presidente della Figc, Gabriele Gravina, il numero uno della Lnd, Giancarlo Abete, il massimo dirigente dell’Aia Alfredo Trentalange, il presidente del Settore Giovanile e Scolastico Nazionale Vito Tisci, e molti altri dirigenti. Presenti, inoltre, testimonial del mondo del calcio e le cariche istituzionali della Regione Piemonte e del Comune di Torino, patrocinanti dell’evento: il governatore Alberto Cirio, la vicesindaca della Città di Torino, Michela Favaro e l’assessore regionale allo Sport, Fabrizio Ricca, insieme a diversi sindaci delle città più importanti del Piemonte e della Valle d’Aosta. Le premiazioni si sono declinate in tre categorie: Giovani, Dirigenti e Società sportive. Marco Sgroi (Cambiano), Lorenzo Lai (Beiborg), Alessandro Demaria (Alpignano), Andrea Romano (Carignano), Alessandro Mascarino (Diavoletticalcio Vercelli) e Vincenzo Marcone (Bulè Bellinzago), i Giovani che hanno ricevuto un riconoscimento, tutti legati ad azioni di fair play compiute nella stagione appena conclusa.

I premi a dirigenti e società sono stati assegnati a coloro che si sono contraddistinti per meritevoli attività svolte nel corso degli anni: Giovanni Caligaris (Bistagno Valle Bormida), Luigi Mario Crestani (Aosta Calcio 511), Renato Lino Comba (Perosa A.S.D.), Renzo Zecchi (CBS Scuola Calcio), Luigi Finizio (Chisone Calcio), Aldo Vittorio Rubatti Gay (Castagnolese), Domenico Carvelli (Onnisport Club), Roberto Delfino (Morevilla), Giuseppe Pellegrino (Soccer Academy P.R. 1964), Bruno Martini (Boves MDG Cuneo), Antonio Opezzo (Villanova 2018 J) e Emilio Paolo Colli (Asca), Girolamo Cassarà (Sprint e Sport) e Sanam Shirvani Ilkhanlar, associata Aia di origine iraniana. Ultima categoria quella delle società, con tre nomi sugli scudi. La prima società si è distinta per un gesto di generosità: si tratta dell’A.S.D. Moncalvo Calcio, che ha effettuato donazioni natalizie alla Fondazione per la ricerca contro la Fibrosi Cistica e ha devoluto parte dell’incasso di alcune partite a favore di famiglie profughe dall’Ucraina. Le altre due società sono state premiate per i progetti di inclusione sociale che stanno portando avanti: l’A.S.D. Sermig che, con il suo “Arsenale della Pace”, partecipa da anni all’attività Figc calcio a 5 e si impegna costantemente nell’inclusione di giovani stranieri, impiegando quasi solamente questi ultimi nelle giovanili; e l’ASD Sport Italy, che si batte per l’inclusione sportiva dei ragazzi diversamente abili dai 6 ai 17 anni, utilizzando propri tecnici qualificati sia in palestra che sul campo a 11.

– foto Ufficio Stampa Evento Golden Hearts – LND Piemonte e Val d’Aosta –

(ITALPRESS).

Vuoi pubblicare i contenuti di Italpress.com sul tuo sito web o vuoi promuovere la tua attività sul nostro sito e su quelli delle testate nostre partner? Contattaci all’indirizzo info@italpress.com

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *