sette-anni-all

C’è un solo colpevole per il tribunale nel processo per il colossale crac di Blutec e per il mancato rilancio del polo di Termini Imerese: è l’imprenditore Roberto Ginatta, 75 anni, che ieri è stato condannato a 7 anni di carcere. Sono stati assolti invece dal giudice Paolo Gallo il figlio Matteo Orlando (assistito dall’avvocato Luigi Chiappero) e la storica segretaria Giovanna Desiderato, per “non aver commesso il fatto” e perché “il fatto non sussiste”.

Questo contenuto è

riservato agli abbonati

1€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Disdici quando vuoi

Tutti i contenuti del sito

3,99€/settimana prezzo bloccato

Attiva Ora

Disdici quando vuoi

Tutti i contenuti del sito, il quotidiano e gli allegati in digitale

Abbonati per leggere anche

Blog

La guida allo shopping del Gruppo Gedi

Necrologie
Acquista online la pubblicazione del necrologio sul quotidiano

Ricerca necrologi pubblicati »

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *