scamacca,-lucca,-viti,-de-ligt-e-gli-altri:-perche-i-giovani-piu-forti-lasciano-il-calcio-italiano?

Scamacca, Lucca, Viti, De Ligt e gli altri: perché i giovani più forti lasciano il calcio italiano?

La Serie A perde i suoi talenti. In questa sessione di mercato sono già 9 gli under 23 che hanno lasciato il Bel Paese per approdare in squadra estere. I club italiani da queste cessioni hanno incassato 187 milioni di euro che possono diventare 225 nel caso in cui scattino tutti i bonus. Questo fatto, però, sfavorisce lo sviluppo del nostro calcio che dovendo ripartire da zero dopo la seconda esclusione consecutiva dai Mondiali deve obbligatoriamente puntare sui giovani.

Tra i nomi celebri che hanno lasciato la Serie A c’è Gianluca Scamacca. L’attaccante è passato dal Sassuolo al West Ham per 36 milioni di euro più 6 di bonus. Per i neroverdi si tratta della cessione più ricca della loro storia e, in generale, Scamacca è il terzo centravanti azzurro più pagato di sempre. Altro nome pesante è quello di Matthijs De Ligt volato in Baviera al Bayern Monaco dalla Juventus per 67 milioni di euro più 10 di bonus. L’olandese è stato a lungo conteso da Chelsea e Bayern con i bavaresi che alla fine hanno prevalso.

Tornando in casa Italia due giovani di prospettiva hanno lasciato il nostro campionato. Il primo è Mattia Vitti che l’Empoli ha ceduto per 13 milioni più 2 di bonus al Nizza. Sul difensore classe 2002 i toscani si sono assicurati una percentuale sulla futura rivendita. Il secondo si chiama Lorenzo Lucca e lo scorso anno ha giocato in Serie B con il Pisa. L’attaccante non ha mai esordito in Serie A e sarà il primo giocatore italiano della storia a indossare la maglia dell’Ajax. Gli olandesi se lo sono assicurati con un prestito da 1 milione di euro più 10 in caso di riscatto più bonus.

Tra gli ex giovani talenti militanti nel nostro campionato ci sono anche Jens Odgaard, Mattias Svanberg, Mikkel Damsgaard, Aaron Hickey e Arthur Theate. Odgaard di proprietà del Sassuolo, lo scorso anno ha giocato in prestito al Waalwijk, in Olanda, e in questa sessione di mercato è stato ceduto a titolo definitivo all’AZ Alkmaar per 4 milioni di euro. Dopo quattro stagioni da protagonista con 122 presenze Svanberg ha lasciato il Bologna approdando al Wolfsburg per 10 milioni di euro più 2 di bonus. Il centrocampista svedese ha già esordito con i tedeschi contro il Carl Zeiss Jena.

Manca solo l’ufficialità e poi Damsgaard sarà un nuovo giocatore del Brentford. Il classe 2000 ex Sampdoria si è trasferito in Inghilterra per 14 milioni più 6 di bonus. La formazione britannica prima di acquistare il danese aveva già fatto spese in Italia. In particolare in casa Bologna prelevando il difensore Hickey per 22 milioni. Infine, sempre i rossoblù hanno ceduto per 20 milioni più di 2 di bonus Theate. Il difensore è approdato in Francia al Rennes.

L’articolo Scamacca, Lucca, Viti, De Ligt e gli altri: perché i giovani più forti lasciano il calcio italiano? proviene da Il Fatto Quotidiano.

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published.