polpo-bollito

Polpo bollito

Ma voi lo sapete fare il polpo bollito? È una ricetta base, un punto di partenza perfetto per per altre preparazioni più elaborate, come insalate o risotti. Vediamo però quali sono i piccoli trucchi del mestiere per ottenere un perfetto polpo bollito, sodo ma tenero. Iniziamo dicendo che potete aromatizzare l’acqua di cottura in molti modi diversi: a me piace variare, ma una delle mie combinazioni preferite è così, semplicemente con pepe e limone. In alternativa potete aggiungere anche qualche foglia di alloro, oppure variare completamente e cuocerlo come se voleste preparare un brodo, ovvero con carote, sedano e cipolla, magari aggiungendo anche qualche bacca di ginepro.
Passiamo poi ai tempi di cottura: solitamente si considerano 30 minuti per ogni 500 gr del polpo (che scendono a 15 minuti se decidete di optare per la pentola a pressione). Infine, vi consiglio di lasciar sempre raffreddare il polpo bollito nella sua acqua di cottura: è vero, ci metterà più tempo, ma risulterà anche molto più tenero, per cui secondo me ne vale la pena 😉

 

Procedimento per preparare il polpo bollito

Innanzitutto pulite il polpo (qui la guida per farlo al meglio), eliminando innanzitutto il rostro centrale.

Ed eliminando anche il becco e le interiora contenute nella sacca, quindi sciacquatelo per bene.

Portate ad ebollizione una grossa pentola piena d’acqua con un pizzico di sale, un po’ di grani di pepe e il limone lavato e tagliato in 4 parti: quando bollirà, tenendo il polpo per la testa, immergetevi solo i tentacoli, giusto per 1-2 secondi, e ritirateli subito fuori, ripetendo questa operazione altre 2-3 volte, in modo da far arricciare i tentacoli e renderli più teneri.
Quindi immergete del tutto e lasciate cuocere con coperchio a fiamma medio-bassa, in modo che l’acqua sobbolla, per circa 1 ora.

Per testare la cottura del polpo, provate a infilzarlo con i rebbi di una forchetta, come si fa con le patate: se entra facilmente, è cotto e potete lasciarlo raffreddare nella sua acqua di cottura prima di scolarlo.

Il polpo bollito è pronto, non vi resta che decidere come usarlo.

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published.