polizia-in-azione:-arresti,-daspo-e-allarme-bomba

Polizia in azione: arresti, daspo e allarme bomba

E’ la cronaca nera a fare da padrona in questi roventi giorni d’estate e la polizia risponde colpo su colpo. Stamane a Jesolo è proseguita la caccia a chi ha sparato dentro un locale e poi sono stati decisi allontanamenti. E’ scattato l’arresto di uno stupratore e un allarme bomba ha bloccato decine di treni.

Polizia a Jesolo

A Jesolo gli agenti stanno cercando chi ha sparato ad un tunisino per vendetta, e ha organizzato un blitz interforze nell’ex-hotel Nuovo Express. Ritrovo di clochard e pusher distante una 50ina di metri dal locale dove è avvenuta la sparatoria nei giorni scorsi.

Il questore di Venezia, Maurizio Masciopinto, ha poi interdetto l’accesso alla spiaggia e all’area della movida jesolana a sette minorenni italiani di etnia marocchina, residenti nel padovano con precedenti per rapina e danneggiamento. Per aver rapinato 4 coetanei nella notte del 21 luglio in pieno centro a Jesolo dopo averli picchiati e minacciati col coltello.

Il provvedimento DASPO Willy, emesso dal questore, prende il nome dal ragazzo romano che fu ucciso da un branco di bulli per aver difeso un coetaneo.

Intanto, nella serata del 23 luglio a Genova è stato fermato un cittadino albanese di 36 anni, condannato a 10 anni di carcere per stupro. Era stato individuato in un cantiere edile a Mestre e inseguito inutilmente. Era riuscito a fuggire scavalcando numerose recinzioni.

Stazione di Santa Lucia

Infine, giovedì sera un bagaglio sospetto, abbandonato nella stazione ferroviaria di Santa Lucia ha dato lavoro agli artificieri e creato enormi disagi ai migliaia di passeggeri che si sono visti cancellare i treni nella fascia oraria di punta dalle 18 alle 20:30. Fortunatamente si è trattato di un falso allarme.

L’articolo Polizia in azione: arresti, daspo e allarme bomba sembra essere il primo su Venezia Radio TV.

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published.