piccolo-diario-della-guerra-europea-del-1914-1915

Piccolo diario della guerra Europea del 1914-1915

La sede di Trentino Storia Territorio in via Pilati a Riva del Garda è riuscita a contenere a stento una trentina di persone che,qualche giorno fa, sono accorse ad ascoltare la presentazione del diario scritto da Giuseppe Miorelli, bisnonno della curatrice e colei che lo ha dato alle stampe, Daphne Squarzoni. Un diario edito da “Isenzatregua” dell’editore Lorenzo Bernasconi, che Daphne ha ritrovato in casa e che Giuseppe aveva scritto sul fronte galiziano, lui soldato trentino che, come la giovane laureata in studi storici e filologici letterari nata nel 1999 ha scritto, era “uno di quelli che sarebbero certamente stati risucchiati nelle pieghe della storia.” Dopo il liceo Maffei a Riva del Garda e l’Università a Trento, Daphne che si chiede spesso cosa direbbero le cose se potessero parlare come cose od oggetti, ma soprattutto persone che non ci sono più come il bisnonno, ha trovato il diario, ne ha approfondito la ricerca degli eventi e, infine, lo ha dato alle stampe con dovizia di particolari. Un diario che lei pazientemente ha riempito dopo un’attenta ricerca presso diversi archivi storici e dedicato al nonno Remo, terzogenito di Giuseppe. Giuseppe Miorelli era nato a Riva del Garda il 2 agosto 1874, quando Riva era sotto l’Impero Austro-Ungarico ma nessuno si ricorda, scrive la bis nipote di averlo mai sentito parlare il tedesco. Il diario racconta di lui e lui nel diario racconta dei genitori, di mamma Rosa che saluta prima di partire per la guerra ma dopo aver sposato una ragazza di Trento, tale Fosca Conci e di essere partito per il fronte solamente un mese dopo. Al ritorno lavorò alle Poste di Riva prima e a Trento dopo, ebbe tre figli che chiamò Antonietta, nata nel 1918, Catullo, nato nel 1920 e il terzogenito Remo, nato nel 1921 che molti rivani ricorderanno perché per anni ha gestito l’agenzia di pratiche automobilistiche Miorelli. Ebbene, Daphne attraverso una minuziosa ricerca ma grazie soprattutto al diario del bisnonno ha ricostruito un pezzo dell’albero genealogico dando alle stampe un’interessante pubblicazione che permetterà a molti quel “viaggio nel tempo” che lei ha già attraversato. L’incontro con l’autrice è stato moderato dallo storico e appassionato locale Elvio Pederzolli, presidente dell’associazione Trentino Storia Territorio, ed egli stesso prolifico autore di libri come “Saxa Fracta” o il recente sui 70 anni della Polstrada di Riva del Garda, Corpo nel quale Elvio svolge il suo lavoro quotidiano. Il libro è disponibile presso la libreria Benacense di via Disciplini a Riva del Garda al prezzo di 10€ a copia. Particolare interessante, infine, è il “QR Code” che Daphne riporta in ultima pagina che rimanda a una cartina digitale e interattiva in cui sono segnati tutti gli spostamenti raccontati nel diario.

Visite articolo: 234

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published.