pericolo-mare,-rischio-contaminazione-per-effetto-del-mercurio:-danni-irreparabili

Pericolo mare, rischio contaminazione per effetto del mercurio: danni irreparabili

Il mare presenta il conto per non averlo difeso. Oggi gli esperti lanciano un grido soffocante sulla sua cagionevole salute.

mare inquinamento acque
mare (pixaby)

Le acque marine sono vittime della stupidità umana. Un bene così prezioso preso di mira per ovviare agli inconvenienti delle fabbriche. Gli esperti stanno diramando un’allerta continua per avvisare che la situazione sta rasentando una strada di non ritorno.

Il mare è malato ed è un dato di fatto. L’inquinamento si riversa negli oceani e i ricercatori monitorano costantemente per appurare cambiamenti attraverso le analisi. Il risultato è agghiacciante soprattutto per quanto concerne una zona del Nord Europa.

Il riscaldamento globale sta disseminando terrore non solo sulla terraferma ma anche negli oceani. L’ecosistema è danneggiato e sembra quasi essere arrivato al limite della sopportazione. Sebbene si inventino sistemi all’avanguardia per il problema, la circostanza è deleteria.

Mare sempre più inquinato, il mercurio ha preso fissa dimora

La Polonia è diventata oggetto degli studiosi per la scoperta della presenza di una grande quantità di mercurio nelle acque territoriali. Il risultato è devastante: una moria di pesci e un inquinamento a livelli superiori la media. Una vera tragedia ambientale.

mare inquinamento pesci
mare (pixaby)

Lungo il fiume Oder sono stati rilevati la presenza di carcasse di pesci. Secondo attente analisi nel loro interno sono state rinvenute tracce del materiale che ha provocato la loro morte. Il fatto è che se erano ancora in vita e pescati dall’uomo, il problema passa anche alla loro salute.

Un vero grattacapo che sembra non avere possibilità di soluzione. L’origine del fatto non è dato sapere. Alcuni studiosi sospettano che il versamento di mercurio possa arrivare dalla Polonia per colpa delle industrie collocate senza avere riguardi per la natura.

Sono state schierate pattuglie di militari a ridosso del fiume per controllare eventuali sversamenti inquinanti. E’ il primo passo che hanno potuto fare per tentare di arginare la falla. I militari hanno costatato di persona l’arrivo di una quantità smisurata di prodotti tossici.

LEGGI ANCHE–>Meteo, colpo di coda anticiclone sahariano: tornano le temperature torride

LEGGI ANCHE–>Ferragosto, perché si festeggia oggi? Origine e storia della ricorrenza

Gli ambientalisti stanno tentando il tutto per difendere quello che di salvabile ancora permane. La biodiversità è in pericolo e le soluzioni bisogna trovarle nel tempo minore possibile. I danni alla natura già sono presenti ormai è certificato; arrivare all’essere umano è un attimo.

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published.