ospiti-internazionali-e-produzioni-cinematografiche-venete:-a-treviso-torna-l’edera-film-festival

Ospiti internazionali e produzioni cinematografiche venete: a Treviso torna l’Edera Film Festival

TREVISO – Ospiti internazionali e produzioni cinematografiche venete per la quarta edizione dell’Edera Film Festival. Da domani, mercoledì 3 a sabato 6 agosto il Cinema Edera di Treviso ospiterà la proiezione dei 30 film in concorso provenienti da Italia, Belgio, Danimarca, Francia, Germania, Iran, Libano, Regno Unito, Svizzera e Turchia: 16 cortometraggi, 8 documentari e 6 lungometraggi realizzati da registi under 35 che si sono fatti interpreti della realtà che ci circonda, sperimentando linguaggi creativi e raccontando storie inedite e originali. Accanto agli ospiti internazionali, tra le novità di quest’anno il desiderio di trasformare il festival in una vetrina privilegiata per le produzioni cinematografiche del Nord-Est.

Il programma accoglierà, infatti, 7 opere di registi veneti: nella sezione lungometraggi saranno presentati “Altri cannibali” di Francesco Sossai e “Purché sia fuori dal mondo” di Alberto Girotto; fra i documentari vi saranno “Il monte interiore” di Michele Sammarco e “Voci. Tra ricordi e pandemia” di Elena Della Giustina e Anna Trevisiol; infine, nella sezione cortometraggi saranno proiettati “Stiglitz” di Nicolò Bressan Degli Antoni, “Uruguay” di Andrea Simonella e “The Wave” di Francesco Gozzo. La rilevanza del territorio e il desiderio di promuoverne il valore e le peculiarità saranno in particolare il leitmotiv delle proiezioni previste nella sezione Fuori Concorso intitolata “Focus Nord-Est”, dedicata al racconto del Nord-Est italiano, dei luoghi, delle persone e delle storie che lo popolano. In questa sezione saranno presentati “Brotherhood” del regista trevigiano Francesco Montagner, vincitore con quest’opera del Pardo D’oro come Miglior Film nella sezione Cineasti del Presente all’ultimo Film Festival di Locarno, “Oltre le rive” di Riccardo De Cal, già insignito del Premio per la Miglior Regia alla 20^ edizione dell’Ischia Film Festival, e “Piccolo Corpo” di Laura Samani, opera che ha reso all’autrice triestina il David di Donatello per il Miglior Regista Esordiente.



“Siamo orgogliosi di ospitare un festival che, negli anni, ha contribuito a valorizzare talenti e produzioni – afferma l’assessore ai Beni Culturali Lavinia Colonna Preti – . Grazie ad Edera Film Festival, non solo è possibile promuovere il territorio ma anche artisti, realtà e maestranze che raccontano la Marca e la nostra regione”.

Per ciascuna delle sezioni in cui è articolato il concorso verrà assegnato un premio al Miglior Film da parte delle giurie tecniche formate da professionisti del settore audiovisivo e culturale, a cui saranno affiancati i premi assegnati dalla giuria del pubblico, composta da appassionati frequentatori del cinema Edera, e da quattro premi speciali, a testimonianza delle sinergie che l’Edera Film Festival stabilisce e coltiva con importanti realtà culturali, sociali ed imprenditoriali. Le proiezioni del festival avranno inizio tutti i giorni alle ore 16 in sala 2, con un blocco di 4 cortometraggi. A seguire, alle 18, spazio alla sezione documentari. In sala 1, la giornata si aprirà alle 17 con un film fuori concorso della sezione “Focus Nord-Est”. Alle 19 e alle 21 i lungometraggi in concorso. Ingresso 4 euro per cortometraggi e documentari, 8 euro per i lungometraggi.

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published.