non-piace-ai-risparmiatori-il-matrimonio-eutelsat-oneweb

Non piace ai risparmiatori il matrimonio Eutelsat-OneWeb

Eutelsat/OneWeb: un piano che è caduto sulla terra

Financial Times, pag. 22

Eutelsat e OneWeb hanno bisogno l’una dell’altra, poiché la prima cerca di crescere e la seconda di rafforzarsi finanziariamente. Se i due gruppi satellitari si unissero, il registro degli azionisti avrebbe sia proprietari privati che sovrani da placare. Fino a questa settimana, l’elevato rendimento del dividendo di Eutelsat aveva sostenuto il prezzo delle azioni

Il cielo è il limite per le aspirazioni tecnologiche delle società di comunicazione satellitare. I loro azionisti hanno priorità più banali, come il flusso di cassa e i dividendi. Questo spiega la reazione del mercato alla notizia che la francese Eutelsat intende fondersi con la società privata One Web. Le azioni sono crollate del 17%. L’operazione avrebbe senso dal punto di vista strategico. Ma gli investitori di Eutelsat sono sconcertati dalla presunta assegnazione di metà delle azioni dell’azienda combinata agli azionisti del partner minore One Web. L’accordo per tutte le azioni potrebbe valere almeno 3,1 miliardi di dollari. Il gruppo francese detiene già una quota del 23%. Circa tre quarti del registro dei ricavi provengono dalle trasmissioni televisive e da altri contenuti video che utilizzano i satelliti geostazionari. I ricavi a giugno sono previsti a 1,5 miliardi di euro, con un calo del 13% in tre anni. One Web è uno dei primi utilizzatori della tecnologia in orbita bassa.

Il suo obiettivo è quello di fornire connessioni dati senza soluzione di continuità utilizzando costellazioni di satelliti. Dovrebbe essere in grado di lanciare il suo servizio prima della maggior parte dei concorrenti. Attualmente è in perdita e genera poche entrate. Il governo britannico ha investito in One Web insieme a Eutelsat e ne possiede il 17%. Il servizio ha rivali molto quotati, tra cui Starlink di Elon Musk e il Progetto Kuiper di Jeff Bezos. Eutelsat ha le risorse per aiutare. Gli analisti prevedono che il flusso di cassa libero scenderà al di sotto della recente media annuale di 600 milioni di euro di guadagno. Ma la cifra è ancora elevata rispetto a un valore di mercato di 2 miliardi di euro, che sostiene un rendimento da dividendo di oltre il 10%. Le esigenze di investimento di OneWeb ridurranno questo valore. Eutelsat dovrà inoltre accontentare un mix di investitori privati e statali. Lo Stato francese, attraverso il braccio di investimento BPI, possiede attualmente un quinto di Eutelsat. Bharti Global, con il 30% di One Web, dovrebbe rimanere il primo azionista del gruppo combinato. Eutelsat ha bisogno di una nuova strategia di crescita. Se i termini dell’accordo sono quelli previsti, sembra che abbia bisogno anche di una nuova strategia di relazioni con gli investitori. Ciò comporterebbe l’abbandono degli investitori di minoranza, affamati di rendimenti, a favore di chi cerca il rischio con gli occhi a cuoricino.

(Continua sul Financial Times)

(Nella foto un satellite)

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published.