“Un nuovo fiore all’occhiello per la sanità veneta, dove pubblico e privato convenzionato sono impegnati in una battaglia virtuosa per chi fa meglio. Complimenti all’ospedale Sacro Cuore Don Calabria di Negrar che, già all’avanguardia nella produzione di radiofarmaci per le sue necessità ora è il primo ospedale in Italia ad avere ottenuto dall’Agenzia italiana del farmaco (Aifa) la certificazione GMP (Good Manufacturing Practices) per la produzione di radiofarmaci sperimentali per gli esami Pet”.

Così il Presidente della Regione Veneto, dopo la decisione dell’Aifa in materia di radiofarmmaci, grazie alla quale l’Irccs di Negrar vede riconosciuta una sua importante peculiarità.

“A Negrar – aggiunge il Governatore – lavorano da tempo su questa nuova frontiera della medicina che sono i radiofarmaci, in grado di combattere molte gravi malattie, ed è giusto che da qui parta uno sviluppo in chiave nazionale”.