multe,-arriva-il-nuovo-autovelox-che-non-rileva-la-velocita…-non-avrai-scampo

Multe, arriva il nuovo autovelox che NON rileva la velocità… Non avrai scampo

Proprio in questo periodo si sta parlando di un dispositivo innovativo che, per la verità, potrebbe costarvi caro.

Traffico
Traffico (Pixabay)

Al momento, come si sa, ci sono migliaia di persone anche in Italia che, per questioni di lavoro, sono costrette a spostarsi con il proprio veicolo.

Naturalmente, infatti, spesso e volentieri, può essere sicuramente più comodo che utilizzare un mezzo pubblico, anche se, d’altro canto, alla lunga, diventa persino stancante.

Certo, dipende molto anche dai chilometri che bisogna effettuare ogni giorno per recarsi nel luogo dove si svolge la propria attività. Così, capita quasi quotidianamente che chi conduce un tram tram del genere, debba anche sperare che il viaggio vada bene e che non ci siano dei fastidiosi intoppi.

Tuttavia, come tutti sanno bene, è estremamente importante che, durante il tragitto si rispettino tutte le norme del Codice della strada.

Questo, quindi, non solo per non incappare in qualche multa salata, ma, anzitutto per permettere a ogni automobilista di percorrere la strada in totale sicurezza.

In effetti, dopo aver preso la patente e prima di buttarsi nella mischia, è assolutamente fondamentale conoscere alla perfezione tutto ciò che si trova nel manuale di guida e aver imparato bene come comportarsi in mezzo al traffico.

Tante quindi sono le norme di cui tenere conto, e, per la verità, quella della velocità può essere considerata come una delle più importanti.

Infatti, per questo motivo, è stato istituito l’Autovelox che determina, quindi, se un’auto sta rispettando le regole. Tuttavia, secondo alcune fonti, pare che sia in arrivo un altro dispositivo.

L’apparecchio innovativo

Si tratta, per l’appunto, del cosiddetto Autorumox. Nella fattispecie, in questo caso, si tratta di un apparecchio che rivela i suoni con lo scopo di evitare l’inquinamento acustico.

Autorumox
Autorumox (Facebook)

In effetti, può essere impostato per rendersi conto dei rumori molesti, quali, per esempio, i clacson o anche la musica eccessivamente troppo alta.

Se, dunque, si superare il volume in decibel oltre alla soglia consentita, si attivano delle telecamere che di conseguenza scattano delle fotografie alla targa dell’auto che ha prodotto suoni fastidiosi.

LEGGI ANCHE –> Giorgia Meloni, vi siete mai chiesti qual è il suo titolo di studio? Ve lo sveliamo

LEGGI ANCHE –> Scoperta sensazionale sulle piante: il primo esemplare risale al neolitico

A quel punto, perciò, potrebbero giungere sul posto gli agenti per punire il responsabile o, per la verità, potrebbe anche scattare una contravvenzione automatica, proprio come accade al giorno d’oggi con gli autovelox. La multa può superare anche la somma di 100 euro.

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published.