morto-sinisa-mihajlovic:-che-malattia-aveva

MORTO SINISA MIHAJLOVIC: CHE MALATTIA AVEVA

Cos’è la Leucemia mieloide acuta: la malattia che ha ucciso Sinisa Mihajlovic, l’allenatore è morto oggi a 53 anni dopo tre anni di battaglia.

screenshot video

Il suo annuncio aveva gelato il mondo del calcio, quando aveva deciso di rendere pubblica la sua malattia: era il 2019, quando Sinisa Mihajlovic spiegò di avere una forma particolarmente aggressiva di leucemia. Si tratta della leucemia mieloide acuta, che oggi lo ha ucciso prematuramente a soli 53 anni. Una battaglia che lo ha sconfitto e se lo è portato via.

Dunque oggi il mondo del calcio italiano piange uno dei suoi campioni più rappresentativi e gli rende un omaggio doveroso: Mihajlovic era arrivato in Italia trent’anni fa e nel nostro Paese aveva trovato non soltanto la consacrazione calcistica, ma anche l’amore della sua vita, ovvero Arianna Rapaccioni.

Sinisa Mihajlovic e la battaglia contro la leucemia mieloide acuta

screenshot video

Sua moglie e le sue due figlie più grandi, Virginia e Viktorija, in questi lunghi tre anni non gli hanno mai fatto mancare il conforto e la vicinanza per questa malattia che purtroppo è stata spietata. Come detto, la leucemia mieloide acuta è infatti una delle forme tumorali più aggressive.

Non era però riuscito a spegnere mai il suo sorriso durante le conferenze stampa: Sinisa Mihajlovic era chiamato il Sergente ed era un combattente. Lo è stato in campo, lo è stato da allenatore e lo è stato anche nell’affrontare con coraggio e orgoglio la malattia che lo ha strappato a soli 53 anni dagli affetti più cari. Purtroppo, l’epilogo poteva essere diverso, ma si tratta di una malattia tremenda.

Leggi anche –> Mihajlovic, il messaggio della figlia Virginia che emoziona i fan – FOTO

Si tratta della leucemia acuta più comune negli adulti e nonostante sia rara più di un cittadino statunitense su dieci ogni anno muore per questa patologia. I primi e più comuni campanelli d’allarme arrivano con affaticamento, mancanza di respiro ed ecchimosi, per giungere fino a sanguinamento e al rischio di infezioni molto alto.

Leggi anche –> Morto Sinisa Mihajlovic: ha perso la sua battaglia

Sono diversi i fattori di rischio, che aumentano con l’avanzare dell’età: per tale ragione è ancora più rara la forma di leucemia sviluppata dall’ex allenatore del Bologna. Peraltro, la sua aggressività emerge dal tasso di mortalità e dal fatto che con l’avanzare dell’età l’aspettativa di vita una volta scoperta questa forma di leucemia si riduce ad appena 8-10 mesi.

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

66 − = 58