livello-del-garda-troppo-basso,-servono-provvedimenti

Livello del Garda troppo basso, servono provvedimenti

Il Garda soffre ancora la mancanza d’acqua e il suo livello, nonostante recentemente sia arrivata un po’ di pioggia, è ancora troppo basso. Per questo il prelievo d’acqua dalla diga di Salionze si è ridotto a soli 15 metri cubi d’acqua al secondo per finire nell’emissario naturale, il Mincio.

La questione dei livelli è al centro di un tavolo promosso dalla Comunità del Garda, anche perché le campagne del mantovano chiedono almeno 45 metri cubi al secondo per soddisfare la “sete” dell’agricoltura virgiliana, richiesta che ha trovato il netto rifiuto per tutti i rappresentanti dei Comuni delle tre sponde del Benaco che erano presenti all’incontro.

Alla fine della riunione si è deciso di trovarsi nuovamente ad ottobre assieme a chi l’acqua del Garda la utilizza, ovvero Comuni, Consorzi del mantovano, Aipo e Ags (Agenzia interregionale per il fiume Po e Azienda Gardesana Servizi) per rivedere le regole che determinano l’utilizzo del prezioso liquido. Attualmente è una legge del 1965 che ne disciplina la regolazione dei livelli e, dopo il fabbisogno umano, è quello agricolo che occupa il secondo posto in linea diretta. Un documento datato, dunque, che va rivisto e riformulato ai tempi moderni, in considerazione degli interessi delle Comunità gardesane, perché nel 1965 l’agricoltura era il 95% del valore e il turismo solamente il 5%. Si deve partire dallo studio di nuove forme d’irrigazione ai fini delle colture dei territori, il rapporto tra la quantità d’acqua che entra e che esce per avere dati chiari sui quali ragionare in tal senso. “Che la politica si dia una mossa” tuona il presidente di Ags Angelo Cresco, perché questa “terra di confine”, come viene sempre considerato il Garda, non trova mai adeguate e legittime risposte alle sue richieste. A settembre sono “spariti” ben 17 centimetri di acqua rispetto ai più 13 dell’inizio mese. Il grande lago, insomma, non è mai stato così basso come in questo 2022, per questo urgono seri e decisi provvedimenti.


Visite articolo: 1

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published.