le-giornate-della-luce,-a-dante-spinotti-il-quarzo-d’oro

Le Giornate della Luce, a Dante Spinotti il Quarzo d’oro

Tra proiezioni dei film in concorso, incontri con fotografi, autori della fotografia, registi e attori, si avvia a conclusione il festival che celebra a Spilimbergo gli Autori della Fotografia del nostro cinema, Le Giornate della Luce, ideato da Gloria De Antoni che lo conduce con Donato Guerra.

Nella serata di sabato 12 giugno, alle 20.30 al Cinema Miotto, sarà consegnato il Quarzo d’Oro alla carriera a uno dei più celebri maestri della fotografia di sempre, il carnico Dante Spinotti, nell’anno in cui gli è stato assegnato il Pardo d’Oro. Spinotti, due volte candidato agli Oscar, nella sua lunga carriera ha lavorato con i più grandi nomi di Hollywood spaziando tra i generi, ma restando sempre a cavallo tra USA e Italia e affiancando maestri italiani come Ermanno Olmi.

Momento centrale del festival che racconta il cinema italiano contemporaneo attraverso chi ne cattura e firma la luce, sarà poi l’attribuzione del premio Il Quarzo di Spilimbergo Light Award – opera in mosaico realizzato dalla Friul Mosaic, cui si affiancano il Quarzo del pubblico e il Quarzo dei giovani – assegnato alla migliore fotografia di un film italiano dell’ultima stagione.

I tre autori della fotografia finalisti per Il Quarzo di Spilimbergo-Light Award 2021 sono Matteo Cocco per Volevo nascondermi (di Giorgio Diritti), Crystel Fournier per Miss Marx (di Susanna Nicchiarelli) e Sandro Chessa per Assandira (di Salvatore Mereu).

Capitanata dal direttore della fotografia Luciano Tovoli, la giuria è composta dal direttore della fotografia Nicolaj Brüel – vincitore del Quarzo d’oro lo scorso anno per il film Pinocchio – dai critici cinematografici Oreste De Fornari e Sergio M. Grmek Germani, dalla regista e sceneggiatrice Wilma Labate e dal fotografo Riccardo Ghilardi. Il premio, realizzato da Friul Mosaic, sarà consegnato sabato alle 20.30 al Cinema Miotto, assieme a Il Quarzo dei Giovani e Il Quarzo del Pubblico.

Nel corso della serata anche il ricordo che Le Giornate della Luce vogliono rinnovare anche in questa edizione a Michela, la ragazza di Spilimbergo vittima di femminicidio, di cui ricorrono cinque anni dalla tragica morte: interverrà in videochiamata l’attrice Paola Cortellesi. Chiuderà la serata un film a sorpresa.

Molto atteso anche l’omaggio al grande Giuseppe Rotunno, tra i più importanti e premiati autori della fotografia del cinema italiano e internazionale che ha lavorato con i grandissimi della storia del cinema: da Vittorio De Sica a Pier Paolo Pasolini, da Mario Monicelli a Valerio Zurlini, da Federico Fellini a Luchino Visconti.

Il festival lo ricorderà sabato 12 giugno alle 16 al Cinema Miotto a Spilimbergo, con una chiacchierata corale tra alcuni suoi colleghi, ex studenti e amici: Fabio Ferzetti, Gianni Bozzacchi, Sandro Chessa, Caterina d’Amico, Daniele Nannuzzi, Dante Spinotti, Luciano Tovoli con un contributo video di Ludmila Ferolla e in videochiamata Dario Argento.

La giornata di sabato12 giugno si aprirà già alle 10 al Cinema Miotto di Spilimbergo con il Corso di formazione dell’Ordine dei Giornalisti: Metodi e storia della critica cinematografica, introdotto dal Presidente dell’Ordine del Friuli Venezia Giulia Cristiano Degano e presentato da Luca Pallanch. Al centro del programma una Lectio magistralis di Emiliano Morreale con il contributo video di Oreste De Fornari.

Alle 10.30 invece, Ritrovo in Piazza Duomo a Spilimbergo per chi vorrà fare “due passi nel tempo: un fotoracconto tra le vie del borgo. Quando i particolari narrano una storia”. Una passeggiata tema con gli Accoglitori di Città (massimo 6 partecipanti, per prenotazioni Ufficio Turistico 0427 2274).

Nel pomeriggio, dalle 14 alle 18 al Cinema Castello di piazza del Duomo, il Seminario per fotografi Esterno giorno, l’illusione della luce a cura di Riccardo Ghilardi e Alessandra De Rosa. In collaborazione con Confartigianato Imprese Pordenone e Craf.

La settima edizione delle Giornate della luce si chiuderà poi domenica 13 giugno. Dalle 10.00 alle 12.30 e poi dalle 14.30 alle 18.00 al Cinema Miotto, la presentazione di Premio Bookciak, Azione!, ideato e diretto da Gabriella Gallozzi. I bookciak sono corti di massimo tre minuti ispirati a romanzi, poesie e graphic novel.

Seguirà la presentazione della rivista EKI magazine, a cura di Camilla Cattabriga, Eleonora Contessi e Claudia Sicuranza.

Infine a suggello la Masterclass Sandro Chessa, Tommaso Fiorilli, Wilma Labate e in videochiamata Paola Randi, coordinata da Mario Sesti.

Il festival Le Giornate della Luce è organizzato dall’Associazione Culturale Il Circolo di Spilimbergo con il sostegno di MiC, Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, Città di Spilimbergo, Fondazione Friuli e Friulovest Banca.

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *