italia,-vietata-la-pesca-dei-datteri-di-mare:-scattano-le-denunce.-i-particolari

Italia, vietata la pesca dei datteri di mare: scattano le denunce. I particolari

Italia, vietata dalla legge la pesca dei datteri di mare: scattano le denunce ai danni dei trasgressori. I comportamenti da evitare. 

vietata pesca datteri di mare
Fondale (Foto da Pixabay)

Prima di addentrarci nel cuore della notizia, scopriamo cosa sono i datteri di mare. Si tratta di particolari molluschi detti anche bivalvi. Hanno la forma e il colore di un dattero e tendenzialmente siamo soliti rintracciarli nelle rocce di natura calcarea. Si formano lentamente e il massimo che sono in grado di raggiungere è 10 cm.

Ricordano vagamente le cozze e come detto in precedenza vivono attaccati alle rocce. Possono impiegare anche 40 anni per formarsi del tutto. Si cibano principalmente di sassi, ma anche di alghe. Cosa succede, però, se decidiamo di pescarli? Quali sono i rischi in cui possiamo imbatterci?

Datteri di mare, vietata la pesca in Italia. I trasgressori verranno puniti severamente. Ingenti i danni all’ambiente

Come abbiamo appena accennato è severamente vietata dalla legge la pesca dei datteri marini. Scattate proprio nelle ultime settimane una grande quantità di denunce.

vietata pesca datteri di mare
Datteri di mare (Foto da Pixabay)

La legge italiana vieta la pesca dei datteri di mare in tutto il territorio nazionale, ma questo non frena i trasgressori. Tant’è vero che proprio di recente è stato individuato a Castellammare di Stabia un traffico illecito di questi molluschi. Scattate denunce per danneggiamento.

Coloro i quali continuano a pescare i datteri di mare non si rendono conto dell’ingente danno all’ambiente. Come dicevamo, infatti, questi molluschi vivono attaccati a delle rocce. Di conseguenza, staccarli comporta anche lo sradicamento stesso dei sassi che vengono segati e distrutti anche con i trapani elettrici.

A questo punto occorre necessariamente fare un pensiero in larga scala. Il comportamento adottato nella provincia di Napoli è stato solo la punta dell’iceberg. Pensiamo a cosa potrebbe succedere se la pesca dei datteri di mare si allargasse in tutto in Paese e diventasse, ad esempio, a carattere industriale.

LEGGI ANCHE –> Pericolo serpenti nel tuo giardino: attenti che trovano rifugio proprio lì

LEGGI ANCHE –> Piccioni sul tetto, la loro presenza può trasmetterci qualcosa di letale

Si andrebbe incontro ad un qualcosa di molto pericoloso per l’ambiente, perché potrebbe essere richiesto l’uso di ingente esplosivo. Uno scenario terribile anche solo da immaginare.

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published.