in-bici-all’alba-per-sfidarsi-sulle-strade-del-biotopo-delle-marocche:-la-nuova-tappa-del-“tour-de-pance”

In bici all’alba per sfidarsi sulle strade del biotopo delle Marocche: la nuova tappa del “Tour de pance”

alto garda

Prosegue la competizione che unisce sport e goliardia: a vincere è stato Mauro Miorelli ma la maglia gialla rimane sulle spalle di Walter Azzolini. La prossima prova sarà al bocciodromo di Riva

ALTO GARDA. Non è facile alzarsi alle prime luci dell’alba per affrontare una gara ciclistica con “fuorisoglia” imbarazzanti, magari con un’intera giornata lavorativa ancora da affrontare, ma gli ardimentosi del “Tour de pance”, la manifestazione che unisce goliardia e sport e che si svolge nell’Alto Garda, non si fanno scoraggiare e così quando la sveglia chiama il vero “ciclista goliardico” scatta in piedi e via.

La tappa chiamata appunto “Duello all’alba” si è svolta sul tracciato spettacolare delle Marocche di Dro, con il primo sole che faceva capolino tra i massi ciclopici della zona, il giusto anfiteatro per sfidarsi all’ultimo respiro; la partenza è stata data scaglionata, i meno forti sono partiti prima con differenze di minuti sui più veloci, e ne è scaturita una avvincente battaglia sui pedali. Alla fine due della fascia cosiddetta “protetta” ce l’hanno fatta, precedendo gli scatenati allo scollinamento.

Il primo a tagliare il traguardo è stato Mauro Miorelli, in mountain bike. La maglia gialla di leader della classifica generale rimane saldamente sulle spalle del vincitore della passata edizione, Walter Azzolini, ma la strada per la vittoria finale è ancora lunga, e già con la prossima prova al bocciodromo la classifica potrebbe rimescolarsi. Ma quello che conta veramente è divertirsi stando insieme, tutt’altro che banale in questo momento. 

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *