il-tribunale-di-treviso-accoglie-il-ricorso-dei-prof-no-vax-ma-poco-cambia

Il Tribunale di Treviso accoglie il ricorso dei prof no vax ma poco cambia

La recente sentenza del giudice del lavoro dà ragione ai 34 insegnanti sull’obbligo vaccinale ma intanto ci aveva già pensato il legislatore

| Ingrid Feltrin Jefwa |

immagine dell'autore

Tribunale di Treviso

TREVISO – Non si placa l’eco della sentenza pronunciata dal giudice del lavoro del Tribunale di Treviso che lo scorso 10 maggio ha accolto il ricorso di 34 insegnanti no vax, contro le norme che imponevano l’obbligo vaccinale ai docenti per poter entrare a scuola. In realtà la sentenza cambia ben poco giacché, come si legge nel medesimo pronunciamento del giudice la questione è già stata superata delle nuove disposizioni in materia.

Gli interessati però hanno accolto con favore il responso giuridico, dal momento che in altri tribunali, come Massa Carrara e Salerno, invece dei ricorsi analoghi sono stati respinti. Resta l’incognita risarcitoria, sulla quale nella sentenza non vi sono indicazioni certe ma pare che i docenti non demordano e confidino in un indennizzo monetario, chiedendo non solo gli stipendi non percepiti ma anche i danni morali.

La vicenda, quindi, è tutt’altro che conclusa e l’esito per nulla scontato. Insomma, nel panorama giuridico si è aggiunto un ulteriore tassello interpretativo ma che per la verità non ha mutato la situazione. Intanto nei social, da una parte di sono reazioni trionfalistiche e dall’altra l’indifferenza di chi rileva che nella sostanza nulla è cambiato.

 

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published.