il-friuli-in-edicola,-venerdi-23-settembre-2022-|-il-friuli

Il Friuli in edicola, venerdì 23 settembre 2022 | Il Friuli

Il peso dei Comuni, da Lignano a MagnanoTASSE LOCALI. È notevole il divario tra i diversi municipi della regione. A fare la differenza sono soprattutto le seconde case.

Quanto pesa la pressione tributaria dei Comuni? In Friuli Venezia Giulia va dai quasi quattromila euro all’anno per i cittadini di Lignano Sabbiadoro ai poco meno di 200 euro per quelli di Magnano in Riviera. È un divario enorme, giustificato soprattutto dalla struttura urbanistica e dalla valenza turistica di ogni singolo territorio.

Leggi il resto nel numero in edicola

La propaganda è cambiata, ma non lo sanno – LA ‘NON’ CAMPAGNA. Chilometri di tabelloni elettorali completamente vuoti sono il simbolo di una rivoluzione nella comunicazione che le istituzioni stanno ignorando. E la legge elettorale ha fatto il resto.

Quella a cui abbiamo appena assistito è una ‘non’ campagna elettorale. La legge elettorale ha privato di un ruolo attivo sul territorio i candidati e quindi anche gli investimenti nella comunicazione. Hanno risuonato gli slogan, preconfezionati dalle segreterie romane dei partiti, e tutti i mezzi tradizionale della propaganda si sono rarefatti. E quelli nuovi, come i social media seguiti dai giovanissimi, hanno visto apprendisti stregoni finire per interpretare parti grottesche.

Leggi il resto nel numero in edicola

Alluvioni: molti interventi, ma potrebbero non bastare. CLIMA IMPAZZITO. Eventi meteo sempre più estremi rischiano di vanificare i lavori già effettuati.

Alpi a pochi chilometri dal mare, forti dislivelli, un reticolo idrografico incredibilmente ricco, territori montani particolarmente estesi (43% della superficie complessiva) e di recente formazione geologica. Sono caratteristiche che rendono questa regione tanto bella quanto incredibilmente vulnerabile. Negli ultimi 30 anni, si sono verificati decine di eventi alluvionali più o meno gravi, molti dei quali concentrati nel periodo tra agosto e novembre.

Leggi il resto nel numero in edicola

Memorie di una profZOPPOLA. Le lezioni sono iniziate senza mascherine, ma sono emersi i vecchi problemi organizzativi. Come è cambiata la scuola in tutti questi anni? Lo racconta un’insegnante in pensione.

E’ ripartito un nuovo anno scolastico nel segno di una normalità che tutti conosciamo senza mascherine o restrizioni. Però sono emersi i soliti problemi (amministrativi e gestionali) che ogni anno la scuola deve affrontare. La scuola, quindi, è cambiata nel corso del tempo? Per capirlo bisogna ascoltare la testimonianza di chi in cattedra ha vissuto gran parte della sua vita. Come Emanuela Muzzatti di Zoppola, già docente di matematica e scienze fino al 2019, anno del pensionamento. Ha insegnato per molti anni alla scuola media del paese e, poi, alle superiori.

Leggi il resto nel numero in edicola

Dopo l’acqua, pronti ora per il soleCAVAZZO CARNICO. La multiutility A2A, che gestisce il sistema idroelettrico Alto Tagliamento e la centrale di Monfalcone, è

pronta a debuttare in Friuli anche con il fotovoltaico.

Presto A2A debutterà anche in Friuli nel fotovoltaico, mentre per l’idroelettrico è disponibile a investire disposizione il suo know-how per affrontare in modo efficace il percorso del rinnovo delle concessioni delle grandi derivazioni, con il passaggio di competenze dallo Stato alla Regione. Sono questi due elementi emersi a margine della presentazione del bilancio sociale che la multiutility nazionale ha fatto a Buttrio.

Leggi il resto nel numero in edicola

Ritratti inattesi di Pier Paolo Pasolini – ‘SOTTO GLI OCCHI DEL MONDO’ è la tanto attesa grande mostra per il centenario dell’intellettuale: scatti d’autore e servizi inediti per raccontare in modo diverso la sua vita.

Partite il 5 marzo, ossia il giorno di nascita dell’intellettuale di Casarsa, le iniziative per il centenario di Pasolini arrivano al culmine con l’attesa, grande mostra fotografica ospitata da sabato 24 e fino all’8 gennaio 2023 a Villa Manin di Passariano e al Centro Studi di Casarsa: il racconto di quello che è stato probabilmente l’artista più fotografato del ‘900, dai primi Anni ‘50 fino alla sua morte.

Leggi il resto nel numero in edicola

Cultura teatrale anche in provincia – RENATO MANZONI dopo 18 anni lascia la direzione artistica dell’Ert Fvg: “Siamo cresciuti tutti, pubblico compreso, e oggi le compagnie vengono volentieri nelle strutture di paese”.

Una stagione di empatia, anzi quasi 30, tutte all’insegna dei ‘Battiti Teatrali’, lo slogan che il circuito Ert Fvgha scelto per il ‘22-’23: ben 206 giornate con 98 titoli in programma (21 in più dell’anno scorso) di cui 65 di prosa. Un cartellone articolato, l’ultimo realizzato dal direttore artistico Renato Manzoni, che dopo 18 anni in Friuli (dove arrivò per collaborare con Moni Ovadiaal Mittelfest) va in pensione, senza però lasciare del tutto il suo grande amore, il teatro. “Resterò fino a Natale, affiancando il nuovo direttore che stiamo definendo, poi vorrei ancora fare qualcosa in Friuli: non a Milano”.

Leggi il resto nel numero in edicola

Udinese, Sottil meglio anche di Guidolin – LA SQUADRA BIANCONERA piace e i risultati fanno tornare alla mente quella del tecnico di Castelfranco Veneto. Ma i numeri attuali sono ben superiori.

Ormai si stanno accorgendo tutti della sorprendente Udinese. Le cifre, dopo sette giornate di campionato, dicono che la squadra di Sottil si è guadagnata i vertici della graduatoria di serie A con pieno merito. E, si sa, i numeri non mentono mai.

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published.