i-truffatori-tornano-a-nago:-gli-anziani-prestino-la-massima-attenzione

I truffatori tornano a Nago: gli anziani prestino la massima attenzione

L’assessore alla sicurezza del Comune di Nago Torbole Fabio Malagoli tiene ad informare i residenti, in particolar modo le categorie più deboli come gli anziani, che sono tornati ad operare in zona truffatori senza scrupoli che, facendo leva sugli affetti familiari, estorcono denaro. Con le scuse più semplici ma che sono anche le più “credibili” suonano alla porta di genitori dicendo che il figlio ha avuto un incidente e che deve pagare subito una parte del danno causato. Ovvia scusa ma che, in particolari condizioni, mette l’anziano in agitazione facendogli mettere mano al portafoglio per la consegna di denaro che risolverebbe la fantomatica situazione. In questo caso chiamare subito le Forze dell’Ordine e sincerarsi dell’evento, ma anche per dissuadere chi si presenta alla porta in modo fermo e deciso. “Mai consegnare denaro” afferma l’assessore Malagoli il quale, prestando servizio nell’Arma dei Carabinieri, è ben conscio della abilità manipolatorie dei furfanti in questione.

Due gli episodi recenti che si sono verificati a Nago ai danni di anziani, fortunatamente andati a buon fine, nel senso che non ci sono cascati a quanto veniva loro raccontato. Non bisogna mai consegnare denaro a chi non si conosce: questa la prima regola per evitare le truffe. “Cadere nel tranello è un attimo – dice sempre l’assessore Malagoli – per questo consiglio di non prestare attenzione a nessuno che si presenti alla porta della propria abitazione, chiamare immediatamente il 112 e, se si riuscisse, prendere nota nella targa della loro auto e riprenderli con il telefonino: sarebbero elementi utili alla loro identificazione”.

Visite articolo: 15

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published.