genova,-mori-per-l

Genova, morì per l

Le accuse erano di omicidio volontario, violenza sessuale, circonvenzione di incapace. Reati ai danni di Roberta Repetto, morta a 40 anni per un melanoma dopo l’asportazione di un neo sulla schiena. Tanto che la Procura aveva chiesto 16 anni di reclusione. La sentenza letta ieri in camera di consiglio dal giudice per le udienze preliminari Alberto Lippini ha sì condannato Paolo Bendinelli, noto come il “santone” del centro Anidra di Borzonasca, oltreché Paolo Oneda, il medico che aveva eseguito materialmente l’intervento senza anestesia e senza disporre l’esame istologico (lui imputato esclusivamente per omicidio).

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published.