doppio-appuntamento-per-il-verdi-in-montagna

Doppio appuntamento per il Verdi in Montagna

L’Estate in Montagna del Teatro Verdi di Pordenone – un percorso supportato da Fondazione Friuli che sancisce la partnership tra il Verdi e la Sezione di Pordenone del Club AIpino Italiano – prosegue con nuovi appuntamenti tra martedì 2 e mercoledì 3 agosto tutti nel segno di straordinari racconti dedicati alla montagna.

Nata dal comune impegno di Verdi e CAI per la salvaguardia e la valorizzazione della montagna e delle persone che la abitano, coniugando le rispettive potenzialità per la costruzione di una nuova sensibilità verso le Terre Alte della nostra regione, l’iniziativa sbarca domani, martedì 2 agosto, alle 18, a Casera Casavento, a Claut, con lo spettacolo firmato da Mattia Fabris e Jacopo Bicocchi, (S)Legati, storia vera degli alpinisti Joe Simpson e Simon Yates e del loro sogno, quello essere i primi al mondo a scalare il “Siula Grande” dalla parete ovest. (S)legati è la storia di un miracolo. Di una grande avventura che supera i limiti e diventa leggenda. La storia di un’amicizia a 6.344 metri, nella Cordillera Huayhuash, nelle Ande Peruviane. Un sogno, una scalata, la fatica, l’imprevisto, il rischio, le scelte e un nuovo obiettivo raggiunto grazie ad un legame che non si slegherà mai.

Mercoledì 3 agosto, dalle 16, di scena un’innovativa formula di trekking teatrale dal titolo La carne dell’orso con partenza da Tramonti di Sotto per arrivare a Borgo Tamar. Fabris e Bicocchi saranno questa volta protagonisti di un’escursione teatrale affrontabile anche da un camminatore inesperto, in armonia con l’ambiente e con il paesaggio narrativo. Una passeggiata strutturata come percorso a quattro tappe e altrettanti avventurosi racconti tratti da Sepulveda, Calvino, Levi, Crichton, Swaiz, Petit e Chatwin. Uno scambio tra teatro e montagna, attraverso l’uomo, dando spazio al silenzio, alla contemplazione, al cammino, all’essere insieme.

A conclusione, in programma lo spettacolo Un alt(r)o Everest sugli alpinisti Jim Davidson e Mike Price che nel 1992 decidono di scalare: il Monte Rainier nello stato di Washington, Stati Uniti. “The Mountain” come la chiamano a Seattle è Il sogno di una vita, una vetta ambita da ogni scalatore, un passaggio obbligatorio per chi, nato in America, vuole definirsi Alpinista. Un cammino arduo quello raccontato nello spettacolo: una sfida incredibile anche dentro alle profondità dell’amicizia.

Gli organizzatori segnalano che è assolutamente richiesto di portare con sé una torcia e che Borgo Tamar si può raggiungere solo a piedi. Tutti gli eventi sono a ingresso gratuito con prenotazione su Eventbrite.

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published.