calenda-rompe-con il-pd,-alle-prossime-elezioni-correra-da-solo

Calenda rompe con il Pd, alle prossime elezioni correrà da solo

Il leader di Azione annuncia la fine dell’accordo politico perché non può accettare l’inclusione di sinistra e verdi, lo ha detto ospite della trasmissione Mezz’ora in più. Il commento di Letta: «L’unico alleato possibile per Calenda è Calenda»

Aggiornamento delle 14.40

«È una delle decisioni più sofferte che ho preso da quando ho deciso di fare politica», così Carlo Calenda, leader di Azione ospite nella trasmissione Mezz’ora in più di Lucia Annunziata. Secondo le indiscrezione, Calenda si prepara ad annunciare la rottura dell’alleanza con il Pd. Alla domanda se si alleerà con Renzi, Calenda risponde: «Vedremo».

Pochi minuti dopo la fine dell’intervista è arrivato il commento del segretario del Pd, Enrico Letta.

Sembra sicuro che la federazione tra Azione e +Europa si romperà, con il partito guidato da Benedetto Della Vedova ed Emma Bonino che resterà con il Pd. Non ci sono ancora comunicazioni ufficiali di +Europa, ma nell’intervista Calenda ha lasciato intendere che Bonino e Della Vedova avrebbero già deciso. Poco prima dell’intervista, la segreterie di +Europa aveva diffuso una notta in cui si parlava di «forte apprezzamento per il patto sottoscritto martedì scorso».

Per Calenda ora si apre la complicata questione della raccolta delle firme per presentarsi alle prossime elezioni. «Se dovremo raccogliere le firme, le raccoglieremo. Se non ci riusciremo, vuol dire che l’offerta non era abbastanza buona», ha detto a proposito della raccolta.


Secondo numerose indiscrezioni riportate dai giornali di oggi, Carlo Calenda, leader di Azione, starebbe pensando di rompere l’alleanza che ha appena raggiunto con il Pd. Tra le ragioni che lo spingerebbero a questa scelta: l’accordo che il Pd ha sottoscritto con Sinistra Italiana ed Europa Verde e alcuni sondaggi favorevoli, secondo i quali correndo da sola Azione potrebbe arrivare al 15 per cento. Calenda potrebbe comunicare la sua decisione finale oggi pomeriggio, quando sarà ospite della trasmissione Mezz’ora in più di Lucia Annunziata.

Le tensioni

Se Calenda dovesse rompere, però, rischia di perdere un pezzo della sua alleanza. Con Azione, infatti, si è alleata +Europa i cui leader, Emma Bonino e Benedetto Della Vedova, sono però inclini a mantenere l’accordo con il Pd.

Se Calenda dovesse rompere, quindi, la sua federazione con +Europa potrebbe rompersi, il che sarebbe un bel problema. Visto che +Europa era presente sulla scheda alle elezioni del 2018, l’alleanza esenta Calenda dal complicato compito di raccogliere le firme necessarie a presentare la sua lista. In caso dir rottura dell’accordo, Azione avrebbe appena una decina di giorni prima della scadenza per la presentazione del simbolo.

© Riproduzione riservata

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published.