agguato-a-pescara,-a-sparare-un-uomo-in-moto-vestito-di-nero-e-col-casco-integrale

Agguato a Pescara, a sparare un uomo in moto vestito di nero e col casco integrale

L’uomo morto a seguito della sparatoria nel bar di Pescara si chiamava Walter Albi, 66 anni, e risulta iscritto all’albo degli architetti. Il ferito grave è Luca Cavallito, 48 anni, ex calciatore con precedenti penali.

Una ulteriore ricostruzione dei testimoni conferma che a sparare è stata una sola persona giunta in moto: parlano di un braccio che spunta da alcune piante sul lato di via Ravasco e di una mano fermissima che spara almeno sei colpi. L’uomo bardato col casco integrale sarebbe poi fuggito per via Vittorio Veneto a tutta velocità sulla moto di grossa cilindrata.

“Le modalità sembrano sicuramente da regolamento di conti. Chi ha sparato è un professionista, non è uno che è uno che ha improvvisato”, ha spiegato Carlo Masci, sindaco di Pescara, subito dopo la sparatoria.

La tragedia è avvenuta lunedì sera, poco prima di cena, all’ora dell’aperitivo in un bar appartato in un luogo tranquillo, all’angolo tra una strada chiusa e la Strada Parco. Nel locale si sono sentiti degli spari: un uomo, Walter Albi, è morto sul colpo, l’altro, Luca Cavallito, è stato portato in ospedale dal 118 in gravi condizioni e operato d’urgenza.

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published.