accoltellato-per-6-volte,-muore-barbiere-38enne:-voleva-solo-sedare-una-rissa

Accoltellato per 6 volte, muore barbiere 38enne: voleva solo sedare una rissa

Interviene per mettere pace e si ritrova accoltellato senza pietà. Una tragedia in cui sembra che nessuno sia il vero colpevole.

Ambulanza soccorre
Ambulanza (foto da Pixaby)

Una vera tragedia dove è un continuo scarica barile. In un paese della litoranea campana Castel Volturno, un barbiere è stato ucciso, si dirà, per uno sbaglio. Lo strazio finale con una sola vittima è accaduto per un errore di persona almeno è quando dichiarato dal carnefice.

Luigi Izzo aveva 38 anni, sposato, padre di due figli portava avanti la famiglia grazie al suo onesto lavoro. Tutti nella cittadina marittima lo conoscevano e da tutti era accettato e amato proprio per la sua grande bontà. È accaduto in un bar di Castel Volturno dove all’improvviso è insorto un litigio

Qui era presente anche il fratello del barbiere. Nella rissa è stato coinvolto un ventisettenne che ha riportato qualche graffio e la rottura degli occhiali. Arriva a calmare le acque proprio il trentottenne Izzo che placa gli animi e assicura al ragazzo di ricomprargli gli occhiali.

Accoltellato a sangue freddo sotto casa, aveva messo pace in un litigio al bar

Nel bar era presente anche la sorella del giovane pestato che immediatamente ha avvisato il padre. Quest’ultimo in preda alla rabbia si procura un coltello da cucina affilato e insieme al figlio, che intanto aveva fatto ritorno a casa, si recano sotto l’abitazione del barbiere.

ferito accoltellato
ferito (foto da Pixaby)

Qui ci sarà il terribile epilogo in cui il povero parrucchiere verrà colpito con sei coltellate che gli procureranno la morte. Nè le grida della moglie e né il figlio dell’omicida hanno potuto calmare l’ira che si avventava sulla povera vittima. E’ accorsa la polizia che ha subito tratto in arresto il killer.

Si difenderà dicendo che una volta arrivato vicino a lui temeva che avesse in tasca un’arma e per questo lo ha colpito più volte. Il figlio dirà che non era a conoscenza che il padre aveva portato con sé un pugnale. Un andirivieni di scuse e di malintesi si susseguono tuttora.

LEGGI ANCHE–>Storie Italiane, il toccante racconto della sorella di Paula Onofrei. Un dramma

LEGGI ANCHE –> Abuso su bimbe, confessioni stravolgenti: la madre complice

Luigi lascia la sua famiglia e muore per una colpa che non ha mai avuto. Gli inquirenti sono al vaglio del caso e sono in Corso gli accertamenti

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *