a-riva-la-commemorazione-dei-caduti

A Riva la commemorazione dei Caduti

L’Amministrazione comunale ha celebrato domenica 6 novembre a Riva del Garda il 104° anniversario della fine della Prima guerra mondiale e la Giornata dell’Unità nazionale e delle Forze armate. Per l’amministrazione comunale hanno preso parte alla mattina di celebrazione il sindaco Cristina Santi e la Giunta municipale, una rappresentanza del Consiglio comunale con il presidente Salvatore Mamone, una rappresentanza delle istituzioni e delle Forze dell’ordine nonché della Polizia locale e delle Associazioni combattentistiche e d’arma.

L’inizio è stato alle ore 10 con l’alzabandiera al Pilone della Vittoria, a seguire la sfilata del corteo, in testa il gonfalone del Comune e la Fanfara alpina, con arrivo in piazza Cavour per il raduno delle autorità e delle rappresentanze. Alle ore 10.30 è iniziata la Messa in memoria dei Caduti nella chiesa Arcipretale, officiata dal parroco don Dario Silvello.

Conclusa la Funzione religiosa il corteo si è rimesso in cammino alla volta di piazza San Rocco, con tappe ai monumenti a Cesare Battisti e ai Caduti del mare per la deposizione di una corona di fiori. Il momento conclusivo è stato all’Ara dei Caduti in piazza San Rocco, con la deposizione di una corona di alloro, la Fanfara alpina a eseguire l’inno nazionale e gli interventi del sindaco Cristina Santi, del capogruppo degli Alpini di Riva del Garda Fabrizio Angelini e di Mario Gatto, consigliere di zona e coordinatore per l’Alto Garda e Ledro dell’Associazione nazionale alpini.

Dopo la conclusione della celebrazione, delegazioni hanno deposto corone di fiori ai monumenti ai Caduti a Sant’Alessandro, a Varone, al cimitero del Grez, alla stele del parco della Libertà, al cippo di Alois Štorch, al cippo alpino alla chiesetta di San Michele, al cippo della Medaglia d’oro Bruno Galas e al Cristo Silente.


Visite articolo: 0

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *